Tennis, Fed Cup 2016: Italia, il commiato di una generazione leggendaria

tennis-fed-cup-italia-fb-fed-cup-team-italia.jpg

Dopo 18 anni, cinque finali e quattro vittorie l’Italia retrocede dal World Group di Fed Cup. Con la sconfitta per 4-0 con la Spagna si è chiusa probabilmente un’epoca straodinaria per il tennis femminile italiano, capace di creare una generazione leggendaria e che ha portato il nostro paese in cima al Mondo.

L’Italia scende all’inferno e lo fa dopo aver giocato contro una delle formazioni più forti, se non addirittura la più forte. Muguruza è una seria candidata a diventare una futura numero uno e Suarez Navarro rappresenta una garanzia, soprattutto sulla terra rossa. Purtroppo la fortuna ha voltato le spalle alle azzurre in sede di sorteggio, anche perchè questo attuale gruppo non è certamente da Serie B, ma purtroppo è stata un’annata difficile e che è andata malissimo fin dalla trasferta francese di febbraio.

Oggi per l’ultima volta, con ogni probabilità, hanno vestito l’azzurro Francesca Schiavone e Roberta Vinci, alle quali si aggiunge Flavia Pennetta, che aveva già annunciato da tempo il suo ritiro. Sarà impossibile per l’Italia riavere altre tre giocatrici che possano un minimo avvicinarsi a quello che queste tre fantastiche campionesse hanno fatto in questi anni, mettendo molte volte da parte i propri interessi personali per lottare per la propria nazionale, ponendo il loro timbro sulle fantastiche vittorie in Fed Cup.

Adesso restano Sara Errani e Karin Knapp e risalire immediatamente non sarà semplice. Purtroppo dietro a loro due non c’è un ricambio generazionale e servirá un lungo e attento lavoro per portare qualche giovane azzurra che possa essere un minimo competitiva. Certo ci sarebbe sempre Camila Giorgi e la marchigiana sarebbe probabilmente la soluzione a tutti i problemi, ma Camila sembra aver intrapreso una strada lontanissima dall’azzurro. La speranza è quella tra la famiglia Giorgi e la FIT si arrivi ad una pace per il bene di entrambi, perchè a perderci da queste situazione sono entrambi.

La delusione è tanta e c’è la paura di non poter tornare nel World Group in breve tempo. Ora, peró, è il momento di dire solamente “GRAZIE” a queste ragazze per tutto quello che hanno fatto, per i risultati ottenuti, per aver tenuto alto il nome dell’Italia in Europa e nel Mondo. Una generazione d’oro a cui lo sport italiano renderà per sempre omaggio e alla quale sarà sempre grato.
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

andrea.ziglio@oasport.it

Foto pagina FB di Fed Cup Team Italia

Lascia un commento

Top