Tennis, Fed Cup 2016: all’Italia serve un miracolo per evitare una retrocessione quasi sicura

Roberta-Vinci-supertennis-FB.jpg

Servirà un’impresa all’Italia per rimontare la Spagna ed evitare la retrocessione nella Serie B della Fed Cup dopo 18 anni. Una situazione drammatica sul piano sportivo quella delle azzurre, che dopo la prima giornata sono sotto per 2-0 e quindi sono obbligate a vincere i due restanti singolari e il successivo doppio.

Non ci sarà ancora una volta Sara Errani, che sulla sua pagina Facebook ha spiegato che nella giornata di ieri ha effettuato ulteriori esami, che purtroppo hanno evidenziato una distrazione di primo grado di 0,4 x 0,8 cm al semitendinoso della coscia destra. Un infortunio che la costringe anche a cancellarsi dal tabellone del torneo di Stoccarda e che la fermano in vicinanza degli Internazionali d’Italia e del Roland Garros.

Toccherà, dunque, con ogni probabilità ancora a Francesca Schiavone scendere in campo contro Carla Suarez Navarro, ma per vedere nuovamente in campo la milanese ci sarà bisogno di un capolavoro di Roberta Vinci contro Garbine Muguruza. La pugliese deve riscattarsi dopo la prestazione molto deludente di ieri ed è obbligata a vincere per tenere ancora in vita l’Italia.

Tutto fa presagire ad una domenica nera per il tennis femminile italiano, ma la speranza è quella di un ultimo grande guizzo in maglia azzurra delle nostre due campionesse. L’inferno della retrocessione è vicinissimo, ma le azzurre ci vogliono ancora credere e tenteranno di realizzare un vero e proprio miracolo sportivo.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

andrea.ziglio@oasport.it

Foto pagina FB di SuperTennis

Lascia un commento

Top