Superbike, l’università olandese promuove Rea. Passo indietro per le Ducati

Rea-Superbike-Pagina-FB-Kawasaki-2.jpg

Un solo round è bastato a cancellare le difficoltà in casa Jonathan Rea ed a svegliare la Ducati dal sogno. Il britannico, con una sfavillante doppietta, ricaccia il gallese Chaz Davies a quasi un round di distanza nella classifica generale, e torna a dettar legge nel Mondiale Superbike.

L’università della moto, come viene soprannominato lo storico circuito di Assen, ha così promosso ancora una volta la Kawasaki, bocciando invece i piloti della casa costruttrice di Borgo Panigale, caduti in un evidente errore di strategia in una pazza gara-2. Regalare agli avversari ben 4 giri usando gomme rain su pista praticamente asciutta è quasi un delitto. Punti che non torneranno più nel carniere di Davies, mentre il week-end di Davide Giugliano, avviato con problemi di stabilità, si è concluso nell’anonimato.

Sorrisi invece in casa Honda ed Aprilia. La Scuderia nipponica trova due podi: il primo con l’americano Nicky Hayden, il secondo con un convincente Michael Van der Mark. L’olandese, nel circuito casalingo, ha palesato evidenti miglioramenti, lottando in gara-1 e salendo sul terzo gradino del podio in gara-2. Il futuro è indubbiamente dalla sua parte.

Bene anche il bolide di Noale, che piazza un grande Lorenzo Salvadori in quarta posizione in gara-2. Il Campione della categoria STK1000 trova così il suo miglior risultato in carriera nel Mondiale Superbike.

Foto: pagina Facebook Kawasaki

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

ciro.salvini@oasport.it

Lascia un commento

Top