Pentathlon, Coppa del Mondo: doppietta francese a Roma. Petroni miglior azzurro, 10°

Petroni.jpg

Doppietta francese a Roma, in occasione della terza tappa di Coppa del Mondo 2016 di pentathlon moderno. Valentin Prades (1492 punti) ha preceduto per un soffio Christopher Patte (1489), grazie ad un combined mozzafiato chiuso al secondo posto proprio davanti al connazionale. Il ceco Jan Kuf (1485) ha chiuso il podio. Pier Paolo Petroni è risultato il migliore italiano, 10°, con 1464 punti. Auro Franceschini ha chiuso al 12° posto con 1453 punti, Fabio Poddighe al 32° con 1393 punti, Giuseppe Mattia Parisi al 33° posto con 1388 punti, mentre Riccardo De Luca – il nostro migliore pentatleta, da ranking mondiale – ha chiuso al 34° posto con 1379 punti.

La gara del romano Petroni è iniziata con un ottimo 2° posto conquistato nel ranking round di scherma (232 punti), poi dopo la prova di nuoto, chiusa in 2:04.13 (328 punti), è scalato al 4° posto. Un punto conquistato nel bonus round di scherma e dopo l’equitazione, chiusa con 263 punti, l’azzurro è sceso di otto posizioni. Nel combined, invece, ha guadagnato due posizioni chiudendo in 11:00. (640 punti).

Il triestino Franceschini è partito con un buon 6° posto conquistato nel ranking round di scherma (226 punti), poi dopo la prova di nuoto, chiusa in 2:01.36 (336 punti), è risalito al 2° posto. Nessun punto conquistato nel bonus round di scherma, che gli è costato una posizione, e dopo l’equitazione, chiusa con 262 punti, l’azzurro è scivolato in classifica di undici posizioni. Nel combined, infine, ha guadagnato una posizione chiudendo in 11:11 (629 punti).

La gara del sassarese Poddighe è iniziata molto male, con il 34° posto conquistato nel ranking round di scherma (166 punti), poi dopo la prova di nuoto, chiusa in 2:01.58 (336 punti), è risalito al 30° posto. Quattro punti conquistati nel bonus round di scherma, ma la posizione di classifica è rimasta la stessa; dopo l’equitazione, chiusa con 266 punti, l’azzurro ha perso altre due posizioni. Nel combined ha mantenuto la posizione chiudendo in 11:19 (621 punti).

La gara del giovane romano Parisi, alla prima finale della carriera in Coppa del Mondo, è iniziata con il 35° posto conquistato nel ranking round di scherma (160 punti), poi dopo la prova di nuoto, chiusa in 2:16.67 (290 punti), si è attestato al 36° posto. Nessun punto nel bonus round di scherma e dopo l’equitazione, chiusa con il netto (300 punti), l’azzurrino è risalito di tre posizioni. Nel combined ha mantenuto la posizione chiudendo in 11:02 (638 punti).

Infine, De Luca, già in possesso del pass olimpico e migliore italiano della graduatoria mondiale stagionale. Il carabiniere romano è partito discretamente, con il 12° posto conquistato nel ranking round di scherma (214 punti), poi nella prova di nuoto, chiusa in 2:10.70 (308 punti), è scivolato al 22° posto. Nessun punto nel bonus round di scherma e dopo l’equitazione, chiusa con 224 punti, ha perso ben dodici posizioni. Nel combined non è riuscito a guadagnare posizioni chiudendo in 11:.07 (633 punti).

Domani chiuderà il programma la staffetta mista; tra le nove staffette in gara ci sarà anche quella azzurra, composta da Lavinia Bonessio e Lorenzo Michele. Alle ore 8:00, il ranking round di scherma, alle 11.00 la prova di nuoto, alle 13.00 il bonus round di scherma e, sempre nello stesso impianto (Caserma “Salvo D’Acquisto” dell’Arma dei Carabinieri), alle 15:00, sarà la volta dell’equitazione; alle 17.30 il combined.

Risultati in tempo reale sul sito ufficiale della UIPM (pentathlon.org), diretta streaming del combined sul portale tv della UIPM (uipmtv.org).

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giuseppe.urbano@oasport.it

Foto: FIPM

Lascia un commento

Top