Pallanuoto, preolimpico 2016: il Settebello parte forte. Sconfitto il Kazakistan 14-3

Gitto-2-Pallanuoto-Settebello-Renzo-Brico.jpg

Inizia bene l’avventura del Settebello nel torneo preolimpico a Trieste. La prima giornata sorride agli azzurri: Tempesti e compagni battono nettamente il Kazakistan, con il risultato di 14-3. Prestazione convincente per la compagine guidata da Sandro Campagna che, con un avversario modesto, è riuscita ad esprimere il proprio gioco offensivo e difensivo. Domani secondo appuntamento: sempre in serata, con un’altra avversaria di livello nettamente inferiore, il Sud Africa.

Il Settebello parte a razzo: a segno dopo 17” con Giorgetti su rigore, già sul 3-0 dopo 2′ con le firme di Di Fulvio e Nora. Si capisce subito che la partita è praticamente finita prima ancora di iniziare: il primo quarto si conclude sul 4-1. Nora, mancino del Brescia e novità tra le convocazioni di Campagna, è grande protagonista nel secondo quarto, dove mette a segno due reti per la personale tripletta. A metà gara il Settebello è già sul 7-1. Le ultime due frazioni sono di pura gestione, oltre che ad essere utili per aumentare il numero di realizzazioni. Top-scorer il già citato Alessandro Nora, con un poker.

Italy-Kazakhstan 14-3

Italy: Tempesti , F. Di Fulvio 2, N. Gitto , Figlioli 2, Giorgetti 1, Bodegas , Velotto , Nora 4, C. Presciutti 2, S. Luongo 2, Aicardi 1, Baraldi , Del Lungo . Coach. Campagna

Kazakhstan: Fedorov , Gubarev 1, Zhardan , Pilipenko , Ushakov 1, Shnider 1, Shakenov , Verdesh , Ukumanov , Rekechenskiy , Aubakirov , Pekovich , Shlemov . Coach. Drozdov

Referees: Putnikovic (srb), Naumov (rus)

Note:
Periods 4-1, 3-0, 4-1, 3-1
Attendance 900. Exclusion with substitution: in the fourth time Pilipenko (K). Goal in extra player: Italy 2/7 + 1 penalty and Kazakhstan 1/9 + 1 penalty

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui per mettere “Mi piace” a Pallanuoto Italia

gianluca.bruno@oasport.it

Foto: Renzo Brico

Lascia un commento

Top