Nuoto, partiti i Trials australiani: Horton subito velocissimo nei 400 stile libero

Horton-Hackett-Australia-nuoto-foto-twitter-Australian-Dolphins-Swim-Team.jpg

Francia, Giappone, Cina, Canada e, tra poco, anche Italia. Ma probabilmente i Trials olimpici più attesi del mese sono quelli dell’Australia, scattati questa mattina ad Adelaide (semifinali e finali dalle 12.15 italiane) con la seconda potenza del nuoto mondiale a testarsi verso Rio 2016 e provare a spaventare la concorrenza soprattutto nelle gare veloci.

Il day one sembra tuttavia appannaggio del mezzofondo, con il 19enne Mack Horton già imprendibile nelle batterie dei 400 stile libero vinte in 3’44”90 davanti a David McKeon (3’45”92). In attesa della finale – tempo limite per il Brasile 3’47”19 – i due sono al primo e secondo posto nella classifica dei migliori tempi stagionali in cui Gabriele Detti scivola quarto con il 3’46”59 di Milano. 3’47”75 per Grant Hackett, che punta a un posto nella staffetta 4×200.

E’ ciò che mi aspettavo – ha detto Horton al sito federale -. Sono in una buona posizione per la finale in cui spero di nuotare ancora più veloce. Penso solo a quello“. Tra le altre prestazioni di notevole livello, i 100 farfalla femminili con Emma McKeon a 57”43 e la rientrante Alicia Coutts due decimi più lenta e, soprattutto, il ventenne Jake Packard da 59”64 nei 100 rana (quarto nel 2016) e Thomas Fraser-Holmes da 4’16”08 nei 400 misti. Le finali saranno imperdibili: qui il live streaming.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo del nuoto italiano

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Twitter Australian Swim Team

Lascia un commento

Top