Nuoto, Orsi lento? Colpa di un virus: Assoluti a rischio

marco-orsi-facebook.jpg

C’era preoccupazione intorno a Marco Orsi, da se stesso in primis, per i tempi oltremodo lenti nuotati a Milano e Stoccolma. Non un ottimo antipasto, soprattutto morale, in vista degli Assoluti di Riccione (19-23 aprile) validi per la qualificazione olimpica. E ieri sera il bolognese, ospite a “Che fuori tempo che fa”, il programma condotto da Fabio Fazio su Rai Tre, ha svelato una brutta notizia.

Il Bomber è stato infatti colpito da citomegalovirus, una forma minore di mononucleosi che provoca debolezza e stanchezza e che, si capisce logicamente, lo ha rallentato nella preparazione in queste ultime settimane. Una mazzata notevole perché giunta proprio nel momento clou di un quadriennio interamente votato a Rio 2016. “Ora non sono preoccupato – si legge su La Gazzetta dello Sport – e grazie al supporto che la Fin, le Fiamme Oro e il Circolo Nuoto posso pensare solo a recuperare in fretta e ad essere al 100% a Rio, un posto in Brasile lo avrò“.

A breve si conosceranno gli esiti degli esami cui Marco Orsi si è sottoposto e arriveranno verosimilmente anche comunicazioni ufficiali circa la sua presenza a Riccione che, ora come ora, è a rischio. Verso le Olimpiadi, l’emiliano punta ai 50 stile libero in cui è arrivato quinto agli ultimi Mondiali, ai 100 dove c’è però da sconfiggere la concorrenza interna di Luca Dotto e Filippo Magnini e alla 4×100 stile libero bronzo iridato in carica. Se dovesse saltare gli Assoluti, potrebbe comunque nuotare il tempo limite agli Europei di Londra (9-16 maggio) o al Settecolli di Roma (24-26 giugno).

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo del nuoto italiano

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Fin/DeepBlueMedia

Lascia un commento

Top