Nuoto, Assoluti Riccione 2016: Pellegrini (53″78) un missile nei 100 stile. Rivolta e Turrini volano a Rio

Federica-Pellegrini-nuoto-facebook.jpg

Nel pomeriggio della seconda giornata degli Assoluti di Riccione, valevoli per la qualificazione alle Olimpiadi di Rio 2016, erano attesi Piero Codia e Matteo Rivolta ed il duello ha visto prevalere il secondo con il crono di 51″54 davanti al neo primatista italiano della distanza (record stabilito questa mattina in 51″42) Piero Codia che non si è ripetuto nell’ultimo atto, ottenendo un 51″72 che lascia un po’ di amaro in bocca. Di fatto, solo Rivolta conquista il pass automatico per i Giochi Olimpici, migliorando il suo personale di 1 decimo.

Nei 400 misti arriva forse il riscontro più inatteso, vale a dire il 4’11″95 Federico Turrini (terza prestazione mondiale nel ranking alle spalle del giapponese Kosuke Hagino e dell’australiano Thomas Fraser-Homes). Una prestazione davvero solida quella di Turrini che lo fa a volare a Rio con tante certezze. Alle sue spalle un redivivo Luca Marin in 4’14″65 che pur non centrando il target a 5 cerchi, prenderà parte agli Europei di Londra (16-22 maggio). Lo stesso riscontro vale per le raniste Lisa Fissnaider (prima in 2’26″74) ed Ilaria Scarcella (seconda in 2’26″86) nei 200 metri e per Elena Gemo (26″12) e Silvia Di Pietro (26″34) nei 50 farfalla.

Obiettivo continentale presumibile anche per Andrea Toniato e Fabio Scozzoli nei 100 rana, rispettivamente primo e secondo, con il tempo di 1’00″72 e 1’00″75. Ottima prova anche per il giovane Nicolò Martinenghi, terzo in 1’00″92, prima volta sotto l’1’01” e qualificato agli Eurojunior con il record italiano (junior). Un altro primato di categoria lo stabilisce Simona Quadarella negli 800 stile libero aggiudicandosi il titolo tricolore in 8’28″06 davanti a Diletta Carli in 8’28″22 e Martina De Memme in 8’31″79. Da segnalare anche il crono per la rassegna europea per gli juniores per Giorgia Romei in 8’39″32.

Nell’ultima gara individuale di giornata è un Federica Pellegrini show. I 100 stile libero sono stato il palcoscenico per una prestazione notevolissima della “Divina” nelle due vasche (53″78)  con un ultimo 50 in 27″46 che vale il record nazionale in tessuto a 2 decimi da quello assoluto ma “gommato” (53″55). Un riscontro che rilancia per i 200 stile libero previsti venerdì e che, a tutti gli effetti, vale la qualificazioni alle Olimpiadi su questa distanza che però, verosimilmente, non la vedrà presente.

 

RISULTATI COMPLETI SECONDA GIORNATA

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo del nuoto italiano

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Immagine: pagina FB Federica Pellegrini

Lascia un commento

Top