Nuoto, Assoluti Riccione 2016: Miressi-Mora tra gli uomini e Franceschi-Romei tra le donne, le possibili sorprese


miressiargento

L’attesa per l’inizio dei Campionati Assoluti di nuoto di Riccione 2016 (19-23 aprile), valevoli per la qualificazione ai Giochi Olimpici di Rio 2016, sta per finire ed oltre ai vari Gregorio Paltrinieri, Federica Pellegrini, Gabriele Detti e Simone Sabbioni, ormai realtà consolidate della piscina internazionale, è giusto andare ad analizzare quali potrebbero essere le rivelazioni della manifestazione, soprattutto tra le nuove leve.

Ebbene, valutando i Criteria Giovanili 2016 che si sono tenuti sempre nello stesso impianto che ospiterà gli Assoluti, nella vasca però da 25 metri, tra i ragazzi si sono messi particolarmente in luce due atleti, classe ’98, che già l’anno scorso avevamo mostrato grandi qualità. Parliamo di Alessandro Miressi e Lorenzo Mora. Lo stileliberista del Centro Nuoto Torino si è aggiudicato le prove dei 100m e 200m su tempi davvero notevoli: 47″50 (100 metri) e 1’45″05 (200 metri). Una nuotata molta bella vedere quella del giovane Miressi che fisicamente comincia già ad avere i crismi del velocista di livello: altezza oltre il metro e novanta e una muscolatura che inizia a inquadrarsi su un fisico ancora in evoluzione. Tanti margini di miglioramento per un atleta che già nel 2015 aveva mostrato ottimo potenziale, come dimostrato dall’argento ai Giochi Europei di Baku nei 100 stile libero. I riscontri cronometrici ottenuti ai Criteria assumono poi una dimensione importante se pensiamo che il 18enne non ha certo affinato la sua preparazione per l’evento citato ma per l’impegno nella vasca da 50 mt che chissà se l’obiettivo “Olimpiadi” è così distante. Sognare non costa nulla e le qualità per un traguardo del genere non sembrano mancare.

Prospettive interessanti anche per Mora  nel dorso, assoluto protagonista delle specialità nei campionati giovanili dove ha portato a casa 3 successi, dai 50 ai 200 dorso, e 3 primati della manifestazione (23″91, 51″29 e 1’51″77). Crono da far tremare i polsi per un atleta eccellente nella nuotata e nei particolari di virata e subacquea. Aspetti che nella vasca da 25 mt aiutano senz’altro al raggiungimento di una bella prestazione ma anche nella piscina olimpica sono decisivi. Un po’ come detto per Miressi, il 18enne di Modena non dovrebbe aver preparato ad hoc i Criteria e quindi il massimo dovrebbe esprimerlo proprio nella settimana degli Assoluti. Sarebbe bello veder un confronto diretto tra Sabbioni e il giovane in rampa di lancio.

CLICCA SU PAGINA 2 PER SCOPRIRE QUALI SONO LE RIVELAZIONI AL FEMMINILE

Lascia un commento

Top