Nuoto, Assoluti Riccione 2016, le pagelle: Pellegrini è sempre la “Divina”. Turrini stupisce e Rivolta a Rio


Federica Pellegrini - nuoto - foto fin deepbluemedia

Seconda giornata degli Assoluti di nuoto di Riccione 2016 che va in archivio ed è tempo di pagelle per gli atleti che si sono avvicendati in vasca regalando emozioni e prestazioni di livello.

Federica Pellegrini 8.5: I 100 stile libero non sono la sua gara ma il suo incedere in acqua è semplicemente regale, o meglio, divino. Un seconda vasca volata in 27″46 che lascia basiti per la manifestazione di potenza ed aggressività dimostrata. 53″78 è qualcosa più che una iniezione di fiducia in vista dei 200 metri di venerdì. Le attese si fanno importanti e la Federica apparsa in questi campionati non ha deluso.

Federico Turrini 9: La sorpresa della giornata il mistista nei 400 metri. Il 4’11″95 vale la terza prestazione mondiale del ranking e un bel incentivo a continuare ad allenarsi con dedizione ed impegno in vista delle Olimpiadi. Il crono ottenuto infatti è ampiamente al di sotto dei limiti fissati dalle federazione (4’13″1; 4’14″8) per la partecipazione ai Giochi ed è un premio per un atleta che ha fatto del duro lavoro un credo.

Luca Marin 8: Non solo Turrini ma anche il ritorno di Marin nei suoi amati 400 misti. Il 4’14″65 era un qualcosa che non si vedeva da anni in casa del siciliano che, sfiorando la qualificazione per Rio e ottenendo quella per Londra, può continuare a percorrere la strada della rinascita.

Nicolò Martinenghi 8: Record junior stabilito (1’00″92), pass agli Eurojunior conquistati e una crescita che procede per il meglio. Il classe ’99 è un talento sul quale poter investire

CLICCA SU PAGINA 2 PER VISIONARE I VOTI DI FABIO SCOZZOLI E MATTEO RIVOLTA

Lascia un commento

Top