Nuoto, Assoluti Riccione 2016: le pagelle. Carraro talento raro, Detti “Mr Ledecky” e D’Arrigo smarrito


 

13023222_1702885836637407_1812903572_n

Eccovi le pagelle dell’ultima giornata degli Assoluti di nuoto di Riccione 2016

Martina Carraro 9: 1’06″41, sesta prestazione nel ranking mondiale dei 100 rana ed una crescita esponenziale targata 2016. Prestazione che vale Rio per l’atleta genovese ma anche una promessa di ulteriori miglioramenti. I margini sono ancora ampli per l’azzurra e chissà se la love story tra la bella Martina e Fabio Scozzoli non possa esserle di aiuto anche per quello che farà nelle prossime occasioni in vasca. Valutando i primi risultati, parrebbe di si.

Ilaria Scarcella 5.5: I 100 rana sono forse la gara che meno le appartengono tuttavia il mancato pass anche nella rassegna europea di Londra non depone a favore della ligure e rappresenta un brusco stop dopo la risalita dimostrata nell’ultimo periodo

Arianna Castiglioni 6: Un sufficienza di incoraggiamento per la campionessa italiana uscente che, reduce da un infortunio muscolare, non è arrivata agli Assoluti nelle migliori condizioni. Il meeting romano estivo servirà anche a lei per realizzare il sogno a 5 cerchi.

Giacomo Carini 8: Record italiano (categoria “Cadetti”) e biglietto per gli Europei staccato. Un talento che fisicamente ancora deve formarsi ma le cui risorse sono in costante crescita. In una specialità che tradizionalmente ci ha visto sempre indietro nel contesto internazionale, il delfino aggressivo e coraggioso di Carini può essere la luce infondo al tunnel.

Silvia Di Pietro 6.5: Non è la miglior Di Pietro e i problemi fisici (ormonali) di questa settimana non l’hanno di certo aiutata ad esprimere il suo meglio. L’aver centrato la qualificazione per Londra nei 50 stile libero è da accogliere positivamente per un’atleta dal talento infinito che però, per un motivo o per l’altro, non riesce ad esprimere il meglio di se stessa quando conta.

Erika Ferraioli 5: Deludenti questi campionati italiani per l’atleta dell’Esercito. Poco convincente su tutte le distanze che l’hanno vista impegnata, ha concluso nel modo peggiore. Un 25″51 anonimo, per l’evoluzione dell’ultimo biennio, che merita una valutazione negativa. L’appuntamento nella mitica piscina del Foro Italico sarà anche per lei di fondamentale importanza.

CLICCA SU PAGINA 2 PER VISIONARE I VOTI DI GABRIELE DETT ED ANDREA MITCHELL D’ARRIGO

Lascia un commento

Top