MotoGP, GP Argentina 2016, le pagelle: Marquez leprotto scatenato, Rossi ottiene il massimo possibile. Iannone nervoso


Marquez FOTOCATTAGNI

Non è per nulla facile valutare l’operato agonistico di uomini, piloti, funamboli che rischiano la vita sul serio, in una (doppia) gara in cui troppe variabili e scelte opinabili sono intervenute a condizionare le prestazioni di coloro i quali dovrebbero garantirne spettacolarità e credibilità… Detto ciò, onore al merito e biasimo al demerito: bravo, bravissimo Marc Marquez, Valentino Rossi raccoglie il massimo possibile, il podio di Dani Pedrosa è addirittura “miracoloso”, per grazia ricevuta. Un Andrea Iannone nervoso stende un Andrea Dovizioso virtualmente vice-leader del Mondiale a pochi metri dalla bandiera a scacchi, Jorge Lorenzo, invece, s’è steso da solo…
Le pagelle.

Marquez: 8. Aggressivissimo me. Rischia di cadere in partenza, al terzo giro infligge all’Italia un doppio sorpasso da urlo, guidando come un pazzo scatenato, ma ha il DNA del Campione originale, derapate incluse. Per non parlare della destrezza in sede di cambio-moto: s’è confermato il leprotto dal piè veloce del Motomondiale.

Pedrosa: 6. Ha il grande merito di…restare in sella alla sua moto. Paga il caos allo start e scivola ben presto nelle retrovie, da cui non riesce a scappare in tempi brevi. In gara-2 risale una mezza dozzina di posizioni, quasi tutte per demeriti altrui. Sul terzo gradino del podio pare di vedere il famoso ultimo birillo rimasto in piedi sulla pista da bowling…

CLICCA PAGINA 2 PER LE PAGELLE DI ROSSI E LORENZO

 

FOTOCATTAGNI

Lascia un commento

Top