Motocross, Round Argentina 2016: il dovere del primo sigillo per Tony Cairoli

Tony-Cairoli-Motocross-FOTOCATTAGNI.jpg

Dopo una settimana di pausa, torna in scena il Mondiale 2016 di Motocross, per uno degli appuntamenti (il quarto della stagione) più affascinanti del calendario iridato. Sul tracciato di Villa Angustara nella Provincia di Nequen (Argentina) saremo ai confini del globo, in una terra di eccezionale bellezza e la Cordigliera delle Ande a fare da sfondo. In uno scenario del genere, la sfida di Tony Cairoli al “nuovo che avanza” rappresentato Romain Febvre (leader della classifica generale e campione del mondo in carica) e Tim Gajser (secondo nella graduatoria e rookie in MXGP) assume dei contorni a dir poco epici. Lungo 1550m del circuito argentino, rinnovato lo scorso anno e caratterizzato da un terreno sabbioso, il pilota messinese vivrà la ricerca della vittoria come un dovere morale. Il secondo posto di gara-2, con il successo sfumato a poche centinaia di metri dal traguardo a favore del citato Febvre, brucia ancora nell’animo di Tony che, su una superficie sempre particolarmente consona al suo stile di guida, andrà alla ricerca del primo sigillo stagionale. Punti che, come detto, hanno una rilevanza quasi decisiva perchè l’iridato del 2015 e il rookie terribile sono forti e incamerano risultati di rilievo. Il francese di casa Yamaha, al di là del primo round vinto proprio da Gajser, ha centrato due vittorie in Thailandia ed a Valkenswaard mostrando una condizione fisica invidiabile. Il sorpasso a Cairoli, nell’ultimo giro del GP di Europa, è stato da antologia motociclistica e riscontri di questo tipo infondono una grande sicurezza nei propri mezzi. Convinzione e coraggio che non difettano neanche al giovane sloveno, campione del mondo della MX2 nel 2015. La prestazione nel fango del tracciato olandese è stata strepitosa nella prima manche, valsa una vittoria senza storia, mentre  i rischi di gara-2 ed una guida sempre al limite sono costati caro ma hanno fatto divertire gli appassionati. Scorrendo la classifica mondiale, Febvre, come detto, è in testa con 137 punti, 13 in più del pilota della Honda mentre il nostro Tony è a 37 lunghezze. Urge, dunque, una decisa inversione di tendenza. 12 mesi fa ad imporsi in Argentina fu Max Nagl, proprio davanti al pilota di Patti. Si spera che nel 2016 l’Inno di Mameli possa risuonare sul podio più alto del GP in Patagonia.

HIGHLIGHTS ROUND ARGENTINA 2015

Antonio Cairoli crash MXGP of Argentina 2015-4 giorni al prossimo Gp of Argentina. Lo scorso anno non è andata benissimo…. Noi scommettiamo sul nostro campione Antonio Cairoli ;-)Con Red Bull KTM Factory Racing monter energy(Video courtesy MXGP)

Pubblicato da Motocross.it su Martedì 5 aprile 2016

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

FOTOCATTAGNI

Lascia un commento

Top