LIVE – Ginnastica, Test Event 2016 in DIRETTA – Disfatta Romania: addio Rio! Brasile super, con la Germania alle Olimpiadi. Chusovitina forza 7!

IMG_0037.jpg

Sarà una domenica decisiva per la ginnastica artistica. Il grande giorno del Test Event è arrivato: a Rio de Janeiro si lotta per strappare la qualificazione alle Olimpiadi 2016.

Il Brasile padrone di casa vuole il pass a tutti i costi, la Romania in crisi nera proverà a salvarsi per non sprofondare dopo 40 anni di trionfi, la Germania sembra favorita per un posto, Francia e Belgio in lotta, l’Australia alla finestra, Svizzera e Corea del Sud partono più indietro. Sul piatto anche 33/35 posti per le individualiste tra cui spicca Oksana Chusovitina che cerca i settimi Giochi della carriera. In serata anche l’Italia con Giorgia Campana e Lara Mori senza alcun obbligo di risultato

Dalle 14.30 alle 03.00 di notte (orari italiani). Saranno circa 13 ore di passione per scoprire il quadro completo delle qualificate alle Olimpiadi di Rio 2016.

Volete vivere tutte le emozioni del Test Event? Volete rimanere costantemente aggiornati con cronaca, risultati, punteggi, classifiche? OASport vi offrirà la DIRETTA SCRITTA integrale dell’evento: minuto per minuto per non perdersi davvero nulla.

CLICCATE IL TASTO F5 o FATE REFRESH SUI VOSTRI DISPOSITIVI PER RICEVERE TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

 

Prima suddivisione – Disastro Romania, addio Olimpiadi dopo 50 anni. Australia al comando

Seconda suddivisione – Brasile superlativo da 227, qualificate alle Olimpiadi 2016. La Svizzera di Steingruber batte Romania

Terza suddivisione – La Germania vola alle Olimpiadi 2016! Botti Seitz e Scheder sugli staggi

Quarta suddivisione – Francia e Belgio qualificate alle Olimpiadi! Ok l’Italia di Mori e Campana

La Caduta degli Dei – Sprofondo Romania, eliminata dalle Olimpiadi dopo 50 anni e 3 ori. Quali cause?

Infinita Oksana Chusovitina! A 40 anni si qualifica alla sua settima Olimpiade!

Storica Dipa Karmakar! Prima indiana a qualificarsi alle Olimpiadi! Il VIDEO del suo Produnova al volteggio

Kyle Dickson: dagli USA alla Bielorussia, passaporto regalato, lei si qualifica alle 2016!

 

03.30 Francia e Belgio si aggiungono a Brasile e Canada. Sono queste le quattro squadre qualificate alle Olimpiadi 2016 attraverso il Test Event di ginnastica artistica.

Le transalpine (220.869) e le fiamminghe (221.438), scese in campo nell’ultima suddivisione, beffano così l’Australia e la Svizzera che dovranno guardare Rio 2016 a casa. È stata la compattezza e la costanza a premiare le due formazioni: la Francia esce alla distanza, sempre sul passo del 13 alto, suggellando il pass con una meravigliosa rotazione alle parallele in cui spiccano il 14.541 di Hism 14.333 di Lechenault e 14.266 di Vanhille (Camille Bahl infortunata, formazione completata da Marine Boyer, Marine Breve da 14.166 alla trave e Anne Kuhm); quasi stesso discorso per il Belgio di Croket, Deriks, Hermans, Klinckaert, Mys, Waem che pur senza Vandenhole e Derwael ha raggiunto l’obiettivo.

Lara Mori conclude al 15esimo posto una gara pulita e senza sbavatura: 13.300 al corpo libero poi in crescendo 13.700 al volteggio, 13.833 alle parallele e 13.566 alla trave per un complessivo 54.399. Al 23esimo posto, quattro decimi dietro, troviamo Giorgia Campana forte di 53.965 (13.600, 13.766, 13.766, 12.833). Le due azzurre hanno fatto la loro esperienza, testando gli attrezzi su cui si svolgeranno le Olimpiadi. Il risultato è secondario visto che l’Italia è già qualificata alle Olimpiadi con l’intera squadra.

02.17 Con il 14.000 di Boyer e il 13.800 di His, la Francia chiude la rotazione alla trave con un positivo 54.999. Il Belgio esce dal volteggio con 55.700. C’è margine per scavalcare l’Australia e volare a Rio.

02.09 Lara Mori bagna la sua stagione internazionale con 13.300 al corpo libero.

02.07 Il Belgio chiude la propria rotazione al volteggio con 55.700. Media del 13.900, quello che serveper la qualificazione alle Olimpiadi. Intanto per la Francia 14.166 di Brevet alla trave.

02.06 Giorgia Campana apre il suo Test Event con 12.833 al corpo libero.

02.02 Kuhm caduta dalla trave (13.033), Vanhille 12.833. Francia in difficoltà sui 10cm.

01.58 Laura Waem apre la gara del Belgio: 13.800

01.56 Ora riparte il warm up…

01.52 Il problema era all’impianto audio! Ora i giudici stanno entrano nell’Arena. Tra poco si dovrebbe riprendere.

01.45 Nessuno comunica nulla, quasi fosse una gara provinciale. Ci si sta giocando un’Olimpiade! Tutto tace, siamo in ritardo di oltre un’ora…

01.40 La competizione non è ancora iniziata. Speriamo che questi problemi tecnici non succedano anche alle Olimpiadi…

01.05 Quarta suddivisione slittata alla 01.30 per motivi tecnici…

00.59 Belgio al volteggio, Francia alla trave, le azzurre al corpo libero.

00.57 Suddivisione finale che definirà anche il quadro completo di tutte le qualificate alle Olimpiadi 2016. Al termine di questa nottata saranno assegnati 97 dei 98 posti a disposizione per l’artistica femminile. Rimarrà solo la wild card a disposizione della Tripartite Commision.

00.52 Sarà il turno anche dell’Italia. Lara Mori e Giorgia Campana vorranno ben figurare, senza alcuna pressione di risultato visto che la nostra Nazionale è già qualificata alle Olimpiadi con l’intera squadra.

00.50 Francia e Belgio vanno a caccia della qualificazione alle Olimpiadi 2016. Devono superare quota 218.428 per garantirsi il pass, missione possibile per entrambi a discapito dell’Australia.

00.45 Rieccoci. Alla 01.00 inizierà l’ultima suddivisione del Test Event 2016 di ginnastica artistica.

23.07 Il Test Event 2016 riprenderà alla 01.00 ora italiane. In pedana Francia e Belgio, ci sarà anche l’Italia con Lara Mori e Giorgia Campana. Ci risentiamo tra un’oretta per vivere insieme l’ultima suddivisione.

23.05 Brasile e Germania ufficialmente qualificate alle Olimpiadi 2016. Australia e Svizzera dovranno attendere l’ultima suddivisione dove saranno impegnate Francia e Belgio, chiamate a superare quota 218.428 per garantirsi Rio.

23.04 La classifica dopo tre suddivisioni: Brasile 226.477, Germania 223.977, Australia 218.428, Svizzera 218.336, Romania 216.569, Corea del Sud 202.428.

23.02 La Germania chiude la sua gara con 223.977 punti e si qualifica alle Olimpiadi 2016. Missione compiuta per Scheder, Schaefer, Seitz, Alt, Griesser e Traz, momentaneamente al secondo posto. Teutoniche già a Rio insieme al Brasile che comanda con 226.477. Romania ufficialmente esclusa dai Giochi a cinque cerchi dopo 48 anni, 3 titoli olimpici e soprattutto 10 podi consecutivi tra Montreal 1976 e Londra 2012.

23.00 Anche la Seitz esagerata! 15.166, la Germania è arrivata a 2 punti e mezzo dal Brasile.

22.56 Ecco la bordata tanto attesa! 15.100 di Scheder, la Germania è ufficialmente qualificata alle Olimpiadi!

22.53 Griesser 14.216, la Germania ora è sempre più vicina alle Olimpiadi 2016. Si aspetta la stoccata della Scheder per chiudere i conti. Pass abbastanza sofferto ma arriverà comunque per le tedesche.

22.50 La Germania compie il primo passo verso le Olimpiadi: 14.166 alle parallele, ben sopra la media del 13.3 richiesta per scavalcare l’Australia.

22.36 51.2 punti per stare davanti alle Romania, 53 punti per scavalcare la Svizzera, 53.1 punti per superare anche l’Australia e qualificarsi alle Olimpiadi senza aspettare Francia e Belgio. Sono questi i punteggi necessari alla Germania sulle parallele. Non sembra impossibile considerando il quasi garantito over 15 di Scheder ma bisognerà stare molto attenti.

22.33 Schaefer c’è! 14.366 e la Germania esce dal volteggio con 56.532.

22.31 Alt in linea con le sue compagne: 14.100.

22.28 Tratz 14.066, Scheder 13.966, ora attendiamo la prova di Schaefer che a Glasgow 2015 fu la migliore delle sue. Tensione a mille tra il clan teutonico, Rio 2016 non sta arrivando in scioltezza…

22.23 Si inizia cauti al volteggio con 14.000 di Seitz.

22.18 Le tedesche, rispetto alla trave e al corpo libero della Romania, hanno perso un punto abbondante ma tra volteggio e parallele possono tranquillamente recuperare.

22.14 La Germania esce dal corpo libero con 54.431. Estrema regolarità teutonica per il complessivo 108.797 a metà gara. Al momento due punti in più dei Mondiali 2015. Per staccare con certezza il pass per Rio bisogna superare il 218.428 dell’Australia. Vedremo cosa combineranno le aquile al volteggio.

22.10 Alt da 13.666. Per il momento ha deluso Scheder che dovrà riscattarsi alle parallele, Schaefer la migliore, serve un po’ di concretezza dalla Seitz.

22.05 Per Pauline Tratz 13.133. La Germania sta facendo meglio dei Mondiali 2015 per ora ma vedremo se basterà.

22.00 Troppo tensione per la Germania! Scheder sbaglia anche al corpo libero, 12.966! Il peso dell’evento si sta facendo sentire.

21.53 La Germania chiude la rotazione alla trave con 54.366. Si poteva fare meglio…

21.52 Per Seitz solo 13.500. Super 14.800 della cubana Vidiaux al volteggio.

21.47 Doppia caduta di Sophie Scheder dalla trave! 12.300 che mette in difficoltà la Germania.

21.44 Subito Pauline Schaefer che dimostra il suo talento alla trave: 14.500. Bene anche il 14.066 della giovane Tabea Alt.

21.38 Brutto inizio della Germania, caduta della Tratz e 11.200.

21.30 Pronti per partire. La Germania inizia alla trave schierando Pauline Tratz, Tabea Alt, Pauline Schaefer, Sophie Scheder ed Elisabeth Seitz. Schaefer bronzo mondiale in carica. Germania favorita per la qualificazione alle Olimpiadi. Corea del Sud dal corpo libero senza velleità, Colom e Perez al volteggio, occhio a Thi Ha Thanh Phan.

21.15 Alle 21.30 inizierà la terza suddivisione del Test Event 2016 di ginnastica artistica.

20.03 Il Test Event riprenderò alle 21.30. In pedana Germania e Corea del Sud. Ci risentiamo tra un’oretta.

20.00 La classifica dopo due suddivisioni di gara. Brasile al comando (226.477), Australia seconda (218.428), Svizzera terza (218.336), Romania quarta (216.569). Brasile ormai qualificato alle Olimpiadi, l’Australia deve aspettare le prove di Germania, Francia e Belgio. Pochissime speranze per una bellissima Svizzera che non ha scavalcato le aussies per un solo decimo ma che ha battuto nettamente la più brutta Romania dell’ultimo mezzo secolo, ormai definitivamente fuori dalle Olimpiadi.

19.53 Stefanie Siegenthaler è la donna del sorpasso: 13.233, la Svizzera sopravanza la Romania. Lo sprofondo rosso si completa qui: sempre a medaglia negli ultimi 40 anni nella gara a squadre, ora eliminate dai Giochi come non succedeva dal 1968. Quarto posto su quattro Nazioni scese in pedana, la matematica arriverà al termine della prima serata dopo la gara della Germania. Che smacco.

19.51 La Svizzera ha due esercizi a disposizione: basterà piazzare 11.600 punti con uno dei due per scavalcare la Romania!

19.50 Gran gara di Giulia Steingruber che chiude con un ottimo 14.233 alla trave: 57.607 nell’all-around!

19.48 Il Brasile chiude la gara con uno sbalorditivo 226.477! Primissimo posto per le verdeoro, le Olimpiadi sono in tasca!

19.46 Si qualificano alle Olimpiadi anche Jessica Lopez, trionfatrice della Coppa del Mondo 2015, e Vasiliki Millousi. Ufficiale il pass anche per Dipa Karmakar, prima indiana ai Giochi.

19.45 Kaeslin 13.800 alla trave. La Svizzera ora può davvero scavalcare la Romania: incredibile!

19.42 Brasile un po’ in difficoltà sugli staggi col 13.433 di Pedro e il 12.733 di Barbosa. La Svizzera inizia alla trave col 12.866 di Barloggio.

19.37 Il Rudi della Chusovitina vale 14.933 e ora possiamo ufficialmente dirlo: Oksana Chusovitina si è qualificata alla settima Olimpiade della sua infinita carriera! Un nuovo ruggito a 40 anni, questa volta gareggerà con l’Uzbekistan.

19.25 Sta per iniziare l’ultima rotazione della seconda suddivisione. Brasile alle parallele, Svizzera alla trave. Verdeoro in corsia di sorpasso sull’Australia e vicine al successo del Test Event, rossocrociate che possono addirittura battere la Romania!

19.17 La Svizzera potrebbe clamorosamente finire davanti alla Romania! Le elvetiche, dopo tre attrezzi, hanno 2.5 punti di margine su Ponor e compagne. Serviranno 52.5 punti alla trave, cioè la media del 13.2 per esercizio. Tutto è possibile.

19.16 Ma che doppio avvitamento di Barbosa: 14.966 al volteggio.

19.14 Chusovitina 12.766 al corpo libero. Come sta stringendo i denti la 40enne: per essere certa di qualificarsi alle Olimpiadi deve lasciarsi dietro 3 avversarie. Ora serve la sverniciata al volteggio per completare la missione.

19.12 La difesa di Steingruber alle parallele produce un ottimo 13.600.

19.10 E Flavinha 14.533 col dty! Brasile di un altro Pianeta per questo Test Event.

19.07 Si parte col 14.333 di Hypolito.

19.03 Terza rotazione con Brasile al volteggio e Svizzera alle parallele asimmetriche, Grande attenzione su Rebeca Andrade che ha in mano l’Amanar (non lo porterà oggi). Vedremo la difesa di Steingruber sugli staggi.

18.58 Chusovitina 13.200 alla trave. Dovrà migliorarsi tra corpo libero e volteggio: la qualificazione olimpica è relativamente semplice ma meglio non rischiare.

18.49 Sanne Wevers, vicecampionessa del Mondo in carica alla trave, si fa vedere sul suo attrezzo: 14.500. Intanto il Brasile completa la rotazione al corpo libero con 55.374, a metà gara hanno due punti di margini in proiezione sulla Romania. Verdeoro a quota 111.905, Svizzera ferma a 110.358.

18.45 Flavia Saraiva incanta il suo pubblico al corpo libero, 14.150 per la campioncina che mette un altro mattoncino sul pass per le Olimpiadi. La Svizzera sta disputando una buona gara, pescati tre 13.8 al volteggio dietro al numero della Steingruber.

18.41 Il Brasile parte al quadrato con il 13.933 di Jade Barbosa.

18.40 Giulia Steingruber sta tirando fuori la super prestazione! 15.066 al volteggio per l’elvetica, lanciatissima in questa gara.

18.33 Come da pronostico il Brasile sta dilagano. Superata benissimo la rotazione alla trave dove l’errore è sempre dietro l’angolo. Ora le verdeoro si trasferiscono al corpo libero, Svizzera al volteggio con il salto di Giulia Steingruber a destare l’attenzione. Un occhio anche alla trave di Vasiliki Millousi e di Oksana Chusovitina.

18.30 Il Brasile completa una grandissima rotazione alla trave con 56.531 punti, quattro decimi in più rispetto ai Mondiali 2015. La Svizzera chiude al libero con 54.040.

18.20 Gravi errori della Downie alle parallele per la pluri medagliata continentale: 12.633. Inizia male anche Oksana Chusovitina sugli staggi: 11.666.

18.18 Gabby Jupp rientra dall’infortunio, ottimo 14.433 alle parallele per la britannica. Ora attesissima Becky Downie.

18.15 Che incanto Giulia Steingruber! La svizzera conferma il suo immenso valore al corpo libero: 14.708!

18.12 E Flavia c’è! Nel palazzetto dove tra qualche mese sognerà le medaglie stampa un bel 14.566 alla trave, inferiore solo al 14.600 di Catalina Ponor.

18.08 Jade Barbosa mantiene le verdeoro in alto con il suo 14.233, ora l’attesissimo turno della Saraiva.

18.03 Il Brasile parte subito a spron battuto: 14.166 della Hypolito alla trave, l’attesa è tutta per Flavinha…

17.57 Per la Svizzera inizio al corpo libero: Barloggio, Siegenthaler, Kaeslin, Steingruber, Schulte. Oksana Chusovitina partirà dalle parallele dove è attesissimo l’esercizio di Rebecca Downie, britannica non in gara per la qualificazione. Jessica Lopez attesa al volteggio.

17.56 Il Brasile incomincerà dalla trave. Questo l’ordine di rotazione: Hypolito, Barbosa, Saraiva, Oliveira, Pedro.

17.51 Le ginnaste stanno per concludere il riscaldamento, pronte per presentarsi al pubblico dell’Olympic Arena.

17.44 Ci sarà anche la Svizzera trascinata da Giulia Steingruber. La Campionessa d’Europa all-around sarà stella solitaria, difficile portare la propria squadra alle Olimpiadi. Occhi poi sull’eterna Oksana Chusovitina che insegue la settima Olimpiade della propria carriera.

17.42 Nella seconda suddivisione scenderà in pedana il Brasile, superfavorito per il successo finale, pronto per accogliere l’abbraccio del suo caloroso pubblico che vuole la propria Nazionale alle Olimpiadi casalinghe.

17.40 La prima suddivisione ci ha lasciato in eredità il disastro della Romania, ormai fuori dalle Olimpiadi. Un tracollo annunciato e che si è manifestato con grande forza. Australia al comando con 218.428 punti.

17.30 Rieccoci cari amici della ginnastica. Alle 18.00 inizierà la seconda suddivisione del Test Event 2016 di ginnastica artistica, ultima occasione utile per qualificarsi alle Olimpiadi 2016.

16.17 Il Test Event riprenderà alle 18.00 con la seconda suddivisione. Sarà il turno del Brasile. Ci risentiamo tra un’oretta con la nostra DIRETTA SCRITTA. A breve la cronaca della prima suddivisione.

16.15 Si sperava nel miracolo della Romania ma senza Iordache e Jurca, con la strana scelta di lasciare fuori Iridon, con delle parallele disastrose, cadute ed errori era impossibile volare alle Olimpiadi. Ora attendiamo la matematica ma questa è una disfatta di dimensioni epocali per l’intero movimento. Le critiche pioveranno da tutti i lati: il buonismo non ha senso, lo sport è agonismo e competitività, non una passeggiata amatoriale. Le prime pagine di domani sono già scritte. La foto copertina? Il volto di Catalina Ponor dopo la caduta al volteggio.

16.13 L’Australia ottiene un ottimo 218.428, batte la Romania e continua a sperare nelle Olimpiadi 2016.

16.10 La Romania si ferma a un mesto 216.569, un punto in meno del già deludente Mondiale 2015. Il tracollo è completato: ora volare a Rio sembra praticamente impossibile, salvo gare disastrose di Brasile, Germania, Francia e Belgio. Se anche solo due di queste formazioni staranno davanti alla Romania allora l’eliminazione sarà completata.

16.08 Le speranze della Romania si chiudono sul fallito dty della Campionessa Olimpica 2004. Larrissa Miller piazza 14.100 col corpo libero. L’Australia ha battuto la Romania, all’anno 0 della sua storia: le Olimpiadi sono ora davvero lontanissime.

16.06 Catalina Ponor è caduta! La disfatta si è completata, neanche la Regina nel tentativo del tutto per tutto è riuscita a salvarsi dal tracollo della sua Nazionale. 12.333

16.05 Emma Nedov 13.366. L’Australia sta provando a difendersi con le unghie e con i denti, ma ha già perso due punti di margine…

16.03 Vulcan 13.766 al volteggio, l’Australia parte con il 13.000 di Brown: non il miglior modo per difendersi dalla Romania.

16.03 La Romania ha iniziato la sua ultima rotazione ma la media non è delle migliori: 14.333 di Ocolisan, 14.033 di Bulimar, 13.991 di Zarzu.

15.58 La formazione dell’Australia al quadrato: Brown, Nedov, Miller, Little, Mizzen.

15.58 Lo starting five della Romania al volteggio: Bulimar, Ocolisan, Zarzu, Vulcan, Ponor.

15.55 Rispetto ai Mondiali 2015 la Romania ha fatto un decimo peggio al corpo libero, l’Australia 1.2 punti in più rispetto a Glasgow. Sono due gare diametralmente opposte: le verdi stanno disputando una performance sbalorditiva, le giallo-rosso-blu sono in grandissima difficoltà. E’ chiaro che una sconfitta della Romania in questa suddivisione sarebbe inaspettata e le metterebbe sull’orlo del baratro: Brasile, Germania, Francia e Belgio sono alla finestra…

15.54 Le Campionesse d’Europa devono recuperare un gap enorme alle aussies in una sola rotazione. Saranno impegnate al volteggio, mentre l’Australia sarà al corpo libero. Certo che mettere un punto di differenza in ogni esercizio non sarà facile…

15.53 La classifica dopo tre rotazioni: Australia al comando con 164.329 punti, Romania insegue con 160.446. Ci sono dunque 3.9 punti di differenza tra le due squadre.

15.52 Mizzen non perfetta: 12.733. Si è conclusa la terza rotazione di gara.

15.50 Holbura porta a casa un importantissimo 13.541! La Romania è ancora a galla, ma deve sperare in un errore della Mizzen…

15.46 Ponor è in gran palla: 14.300 al corpo libero. Purtroppo, però, la Regina sta gareggiando davvero da sola, accanto a compagne che stanno commettendo troppi errori e portano a casa punteggi troppo bassi.

15.44 Attenzione alla caduta di Kiara Munteanu: 11.300. Mizzen dovrà mettere a posto le cose per scartare quel punteggio: è il primo vero errore di giornata per l’Australia.

15.44 L’Australia non molla, la pulizia le sta premiando: 13.733 di Nedov alla trave.

15.53 Diana Bulimar tiene a galla le compagne: 14.033, ora si attende la staffilata di Ponor per continuare a sperare.

15.40 Nel frattempo 13.066 di Brown e 13.366 di Little alla trave: l’Australia sta svolgendo bene il suo compito e inizia seriamente a sperare di poter battere la Romania.

15.38 La nave sta affondando: 12.566 per Zarzu. Ora la Bulimar per provare ad alzare un po’ il livello.

15.35 Parte Vulcan, ma la giornata non è delle migliori: 12.966 con un’uscita. Romania ora concretamente con le spalle al muro.

15.30 Rispetto ai Mondiali 2015 l’Australia è migliorata di 2.3 punti alle parallele e ha perso sette centesimi al volteggio. La Romania ha guadagnato 1.4 punti sugli staggi e 7 centesimi sui 10cm. La sensazione è che l’Australia possa concretamente battere le rumene e a quel punto lo spettro eliminazione sarebbe davvero concreto per quelle che, almeno fino a inizio giugno, sono ancora le Campionesse d’Europa: clamoroso.

15.28 Stanno per concludersi i minuti di riscaldamento all’attrezzo.

15.26 Australia alla trave con Little, Brown, Nedov, Munteanu, Mizzen.

15.25 Questa la rotazione della Romania: Vulcan, Zarzu, Bulimar, Ponor, Holbura. Riuscirà la Campionessa Olimpica 2004 a piazzare un altro colpo per spingere le compagne verso Rio?

15.22 A metà gara l’Australia è in testa con 111.431, Romania ferma a 105.606. Ora le aussies si trasferiscono alla trave, le rumene al corpo libero.

15.20 Per Ocolisan solo 12.566, il suo punteggio viene scartato. La Romania completa la prova alla trave con 55.007, sette centesimi in più rispetto ai Mondiali. Poca roba, al momento l’Australia sta avendo decisamente la meglio ed è già sei punti avanti: riusciranno a recuperarli tra corpo libero e volteggio?

15.19 Intanto strepitosa Australia alle parallele, capace di ottenere un più che positivo 54.899: sono due punti in più rispetto al loro Mondiale! Da sottolineare il 14.200 della Miller, 13.833 di Mizzen, 13.666 di Brown, 13.200 di Nedov. Nell’attrezzo specifico hanno fatto quattro punti in più della Romania…

15.17 Ocolisan che purtroppo mette le mani a terra in uscita dalla trave. Un altro passo falso per questa Romania davvero in sofferenza.

15.15 La Campionessa Olimpica 2004 dà la sterzata che tutto il Paese si aspettava: 14.600! Ci vuole pensare lei ma la missione è molto complicata. Ora Ocolisan.

15.12 Per Vulcan 12.733, mentre Catalina Ponor ha confezionato una grande prova di efficienza. Attendiamo il risultato

15.08 Holbura 13.533, prova a farsi coraggio al suo debutto in una gara così importante ma poi Vulcan cade.

15.05 Karmakar non stoppa perfettamente il Produnova e ottiene 15.066 (ricordiamo 6.8 il D Score): un mattoncino che vale le Olimpiadi. Intanto primo over 14 di giornate per la Romania: 14.141 di Bulimar alla trave.

15.03 La Romania riparte con una trave pulita e precisa di Diana Bulimar che riscatta così la caduta dalle parallele.

14.55 Stanno per concludersi i classici minuti di riscaldamento all’attrezzo…

14.53 Ora ci si prepara per la seconda rotazione della prima suddivisione. Romania alla trave con Bulimar, Holbura, Vulcan, Ponor, Ocolisan. In pedana debutta così Catalina, fondamentale per dare una sterzata all’intera squadra. Australia invece all’ostacolo parallele dopo una positiva rotazione al volteggio, attrezzo su cui ora si esibirà l’attesissima Karmakar chiamata al leggendario Produnova.

14.51 Silvia Zarzu non è salita sulle parallele come invece prevedeva la starting list. La Romania esce dagli staggi con 50.599 punti, 1.4 punti in più rispetto a quanto fatto ai disastrosi Mondiali.

14.46 Dora Vulcan 12.800, continua in zona 13 la rotazione della Romania che ora chiuderà con gli staggi di Zarzu.

14.44 Anamaria Ocolisan prova a dare fiato alla Romania con il suo 13.200. Nel frattempo è iniziata anche la missione di Dipa Karmakar, prima indiana capace di poter sognare una qualificazione alle Olimpiadi: 12.566 al corpo libero, attendiamo il suo super volteggio da finalista mondiale.

14.41 Intanto l’Australia chiude la propria rotazione al volteggio con l’eccellente prova di Emily Little: 14.566, 56.532 per la squadra.

14.39 Disastro di Bulimar che sbaglia davvero tutto sulle parallele: 11.733. Romania già con l’acqua alla gola a inizio gara!

14.38 Aussies a metà rotazione al volteggio, arriva il 13.733 di Kiara Munteanu

14.37 Intanto l’Australia procede con il 13.900 di Emma Nedov alla tavola.

14.35 Il debutto da senior di Holbura non è stato molto soddisfacente: 12.866 alle parallele per la rumena, ora toccherà a Bulimar che dovrà ottenere un punteggio importante.

14.32 Iniziata la gara. Il volteggio di Rianna Mizzen vale 14.100 per l’Australia.

14.30 In prima suddivisione anche l’Australia che partirà dal volteggio. La squadra di Miller e compagne è da prendere con le pinze e già tanta incognita su di loro: vedremo se sapranno fare la gara della vita e ottenere una qualificazione che sembra molto difficile. Tra le individualiste teniamo d’occhio l’indiana Dipa Karmakar, pronta per il Produnova.

14.27 La Romania incomincerà alle ostiche parallele. E’ l’attrezzo a loro meno congeniale e dove sembra esserci uno starting five davvero di basso profilo. Catalina Pornon non si esibirà sugli staggi, attrezzo da lei dimenticato da più di 10 anni: la debuttante Holbura aprirà la via alla veterana Bulimar, poi Ocolisan, Vulcan e Zarzu. Ricordiamo l’assenza per infortunio della stella Iordache. La stampa rumena ha pressato la Nazionale (giustamente! questo è lo sport!), scrivendo già che una mancata qualificazione sarebbe un’autentica catastrofe: frasi del genere ad altre latitudini avrebbero già scandalizzato gli atleti (che avrebbero sbagliato ad arrabbiarsi). Octavian Bellu non sarà presente a bordo pedana: mancata fiducia?

14.25 Prima suddivisione subito con i fuochi d’artificio. L’ora della Romania sta per arrivare. E’ il momento più difficile degli ultimi 40 anni per uno dei Paesi culla dell’artistica, mai così con le spalle al muro e a serio rischio di non qualificarsi alle Olimpiadi dove sono sempre state presenti negli ultimi cinque decenni.

14.21 Ricordiamo la formula dell’evento. Ogni squadra è formata da 6 atlete, 5 salgono sui vari attrezzi, solo i migliori 4 punteggi vengono presi in considerazione ai fini della classifica.

14.20 In palio ci saranno anche 33/35 pass per le individualiste. 36 Nazioni possono staccare un solo pass, ciò vuol dire che praticamente tutte le partecipanti si qualificheranno a Rio.

14.18 Otto squadre ai nastri di partenza per gli ultimi quattro pass a disposizione. Chi riuscirà nell’impresa potrà portare a Rio cinque atlete, per le altre la consolazione di un pass da individualista. Brasile, Germania, Francia, Belgio, Romania, Australi, Svizzera, Corea del Sud sono impegnate nello spareggione finale, dopo essersi classificate tra il 17esimo e il 24esimo posto ai Mondiali 2015.

14.15 Tutto pronto a Rio de Janeiro. Alle 14.30 inizierà il Test Event 2016 di ginnastica artistica, ultima occasione utile per qualificarsi alle Olimpiadi 2016.

Lascia un commento

Top