Liegi-Bastogne-Liegi 2016: i favoriti. La coppia Etixx-Quick Step contro Valverde

CDQVaQWW0AAn5bO1.jpg

Si completa domenica la settimana del Trittico delle Ardenne: dopo l’Amstel Gold Race e la Freccia Vallone è la volta della Decana delle classiche, la Liegi-Bastogne-Liegi. In tanti proveranno a trionfare sul traguardo di Ans, ma sono tre i grandi favoriti per la Doyenne.

Un gradino sopra tutti gli altri partirà Alejandro Valverde. Lo spagnolo è reduce da tre successi nelle ultime tre gare disputate (due tappe alla Vuelta a Castillia y Leon e la Freccia Vallone). Ieri ha dato spettacolo sul Mur de Huy, andandosi a prendere la terza vittoria consecutiva, quarta in carriera. Nessuno ha resistito al suo scatto negli ultimi trecento metri. Anche il traguardo di Ans sembra fatto su misura per il corridore della Movistar, che può avere a disposizione anche una squadra eccellente, che può portarlo all’ultimo chilometro in posizione ideale. Per metterlo in difficoltà bisognerà provare ad attaccare molto distanti dal traguardo, altrimenti si rischierebbe di apparecchiargli la tavola per la volata finale. L’Embatido dopo il poker alla Freccia Vallone proverà di ripetersi anche alla Liegi.

Una coppia a sfidare il favorito numero uno della vigilia. Sono entrambi della Etixx – Quick Step, ed hanno chiuso al secondo e terzo posto nella Freccia Vallone. Stiamo parlando di Julian Alaphilippe e Daniel Martin. Il primo, solo 23enne, ha già nel curriculum un secondo posto alla Decana, arrivato lo scorso anno. Ha lo spunto e la resistenza ideali per provare a trionfare sul traguardo di Ans. L’irlandese ha già nel cassetto due monumento (un Lombardia e una Doyenne): la Liegi è la sua classica preferita, ha sempre fatto bene e sembra essere ancora una volta al top della condizione. I due dovranno provare a fare gioco di squadra, scattando a ripetizione contro Valverde.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.bruno@oasport.it

Foto: Twitter Movistar

Lascia un commento

Top