Judo, Europei 2016: Basile si prende il bronzo, titolo dei 66 kg a Margvelashvili

Judo-Fabio-Basile.jpg

Si sono aperti quest’oggi i Campionati Europei di judo 2016, organizzati presso la città russa di Kazan’, prova valida anche per le qualificazioni olimpiche a Rio 2016. Nella prima giornata sono state assegnate le medaglie di quattro categorie di peso, tre femminili (48 kg, 52 kg e 57 kg) e due maschili (60 kg e 66 kg).

66 KG

Poco dopo la medaglia di bronzo di Elios Manzi nella categoria 60 kg, Fabio Basile ha rimpinguato il bottino azzurro ottenendo lo stesso risultato tra i 66 kg. Il ventunenne, già campione europeo della categoria Undr 23, vinto il suo primo incontro con due yuko sul kosovaro Akil Gjakova. Poco dopo, Elio Verde, impegnato nella stessa divisione di peso ed accreditato dell’ottava testa di serie, ha a sua volta passato il turno con uno yuko sull’israeliano Tal Flicker. Agli ottavi di finale, Basile ha battuto per yuko il padrone di casa russo Anzaur Ardanov, mentre si è fermato il cammino di Verde, eliminato per tre shido a due dal belga Kenneth Van Gensbeke. Ai quarti di finale, poi, Basile è stato battuto dal britannico Colin Oates. In svantaggio di uno shido, l’azzurro ha tentato di rimontare, ma all’ultimo secondo è stato costretto alla resa dal più esperto avversario.

Il giovane judoka italiano ha così dovuto disputare i ripescaggi contro il portoghese Sergiu Oleinic, sconfitto con un doppio waza-ari (waza-ari awaseti ippon). Nel match per il bronzo, infine, Basile aveva l’arduo compito di sfidare il numero uno del tabellone, il bielorusso Dzmitry Shershan: proprio come Manzi, anche l’altro azzurro si è imposto per due shido ad uno, salendo sul gradino più basso del podio continentale. Lo stesso piazzamento è stato ottenuto anche dal padrone di casa russo Arsen Galstyan, che con un waza-ari ha battuto lo sloveno Adrian Gomboc.

In una categoria priva dei protagonisti delle ultime edizioni degli Europei, come il campione in carica Kamal Khan-Magomedov (Russia), il francese Loïc Korval o l’ucraino Georgii Zantaraia, la medaglia d’oro è andata al collo del ventiduenne georgiano Vazha Margvelashvili, che come miglior risultato in carriera aveva fino ad ora la vittoria del Grand Prix di Tbilisi 2016. In finale, il judoka della repubblica caucasica ha avuto la meglio sul già citato britannico Colin Oates, veterano che aveva già vinto il bronzo cinque anni fa.

-66 kg
1. MARGVELASHVILI, Vazha (GEO)
2. OATES, Colin (GBR)
3. BASILE, Fabio (ITA)
3. GALSTYAN, Arsen (RUS)
5. GOMBOC, Adrian (SLO)
5. SHERSHAN, Dzmitry (BLR)
7. OLEINIC, Sergiu (POR)
7. VAN GANSBEKE, Kenneth (BEL)

Clicca qui per la pagina Facebook JUDO LOTTA TAEKWONDO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: IJF

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top