Judo, Campionati Asiatici 2016: tre medaglie d’oro per il Kazakistan nella prima giornata

Judo-Yeldos-Smetov.jpg

Tashkent, capitale dell’Uzbekistan, ospita quest’anno i Campionati Asiatici di judo, prova qualificativa per i Giochi Olimpici di Rio 2016. Come le altre rassegne continentali, anche questo torneo assegna 400 punti nel ranking olimpico a ciascun medagliato d’oro. Al netto del Giappone, che ha mandato una squadra di seconde linee, quasi tutti i migliori judoka asiatici sono presenti in Uzbekistan.

60 KG

Campione del mondo in carica, il kazako Yeldos Smetov ha conquistato il suo secondo titolo continentale battendo per ippon il padrone di casa Diyorbek Urozboev. Medaglie di bronzo al giapponese Yuma Oshima ed al mongolo Tsogtbaatar Tsendochir, che non ha fatto sentire troppo la mancanza del connazionale Boldbaatar Ganbat, già campione iridato della categoria di peso più bassa.

-60 kg
1. SMETOV, Yeldos (KAZ)
2. UROZBOEV, Diyorbek (UZB)
3. OSHIMA, Yuma (JPN)
3. TSENDOCHIR, Tsogtbaatar (MGL)
5. BESTAEV, Otar (KGZ)
5. IBRAYEV, Rustam (KAZ)
7. KIM, Channyeong (KOR)
7. TSAI, Ming Yen (TPE)

66 KG

Il sudcoreano An Ba-Ul, campione iridato in carica, ha rinunciato all’ultimo alla partecipazione alla rassegna continentale, lasciando via libera al mongolo Altansukh Dovdon, che a ventotto anni ha conquistato la sua vittoria più importante ai danni dell’iraniano Alireza Khojasteh (tre shido ad uno). La Mongolia ha ottenuto anche il bronzo con Tumurkhuleg Davaadorj, mentre sul terzo gradino del podio è salito anche il kazako Yeldos Zhumakanov.

-66 kg
1. DOVDON, Altansukh (MGL)
2. KHOJASTEH, Alireza (IRI)
3. DAVAADORJ, Tumurkhuleg (MGL)
3. ZHUMAKANOV, Yeldos (KAZ)
5. CHIEN, Chia Hung (TPE)
5. MA, Duanbin (CHN)
7. ALSAEDI, Mohammed (IRQ)
7. SAINI, Jasleen Singh (IND)

73 KG

Con i formidabili Shohei Ono e Riki Nakaya lasciati a riposo, il Giappone ha potuto dimostrare la sua grande abbondanza di judoka nella categoria 73 kg, con il ventiquattrenne Soichi Hashimoto che si è aggiudicato il titolo continentale. Già bronzo l’anno scorso, il nipponico ha sconfitto in finale il kazako Didar Khamza, mentre i due bronzi sono andati al cinese Su Sihuai, che con uno yuko ha relegato al quinto posto il mongolo Odbayar Ganbaatar, numero uno del seeding, ed al padrone di casa uzbeko Mirali Sharipov.

-73 kg
1. HASHIMOTO, Soichi (JPN)
2. KHAMZA, Didar (KAZ)
3. SHARIPOV, Mirali (UZB)
3. SUN, Shuai (CHN)
5. GANBAATAR, Odbayar (MGL)
5. YKYBAYEV, Dastan (KAZ)
7. FARKHIZODA, Shukhratjoni (TJK)
7. KANG, Heoncheol (KOR)

48 KG

Come da pronostico, la finale ha visto di fronte la mongola Urantsetseg Munkhbat, campionessa mondiale nel 2013, e la sua ex connazionale Otgontesteg Galbadrakh, passata di recente a combattere per i colori del Kazakistan. A vincere è stata proprio quest’ultima, che si è imposta per yuko, mentre in terza posizione si sono classificate la giapponese Funa Tonaki e la nordcoreana Kim Sol-Mi.

1. GALBADRAKH, Otgontsetseg (KAZ)
2. MUNKHBAT, Urantsetseg (MGL)
3. KIM, Sol Mi (PRK)
3. TONAKI, Funa (JPN)
5. PODRYADOVA, Alexandra (KAZ)
5. XIE, Shishi (CHN)
7. JEONG, Bo Kyeong (KOR)
7. VAN, Ngoc Tu (VIE)

52 KG

La ventiduenne giapponese Ai Shishime è salita per la prima volta sul gradino più alto del podio della rassegna continentale superando grazie a due penalità la cinese Ma Yingnan, accreditata della prima testa di serie del seeding. Rivelazione delle ultime due stagioni, la turkmena Gulbadam Babamuratova si è messa al collo la medaglia di bronzo, al pari della mongola Bundmaa Munkhbaatar.

-52 kg
1. SHISHIME, Ai (JPN)
2. MA, Yingnan (CHN)
3. BABAMURATOVA, Gulbadam (TKM)
3. MUNKHBAATAR, Bundmaa (MGL)
5. ADIYASAMBUU, Tsolmon (MGL)
5. KIM, Mi-Ri (KOR)
7. BELDIAGINA, Kseniia (KGZ)
7. MINGAZOVA, Lenariya (KAZ)

57 KG

Numero uno del ranking mondiale e favorita della prova, la venticinquenne mongola Sumiya Dorjsuren ha confermato la propria superiorità, sconfiggendo per waza-ari la sudcoreana Kim Jan-Di, altra atleta in grande forma. Dopo tre bronzi, dunque, Dorjsuren ottiene finalmente il suo primo titolo continentale, mentre in terza posizione troviamo la giapponese Anzu Yamamoto e la cinese di Taipei Lien Cheng-Ling.

-57 kg
1. DORJSUREN, Sumiya (MGL)
2. KIM, Jan-Di (KOR)
3. LIEN, Chen-Ling (TPE)
3. YAMAMOTO, Anzu (JPN)
5. LIU, Yang (CHN)
5. LU, Tongjuan (CHN)
7. KUBASHEVA, Nazgul (KAZ)
7. NURJAVOVA, Rushana (TKM)

63 KG

La principale sorpresa di giornata è arrivata dall’ultima finale in programma, quella delle 63 kg, che ha incoronato la ventottenne kazaka Marian Urdabayeva. Già tre volte medagliata di bronzo in questa rassegna, Urdabayeva ha dato vita ad una spettacolare finale con la giapponese Megumi Tsugane: la nipponica era in vantaggio con un waza-ari e due yuko contro l’unico waza-ari della kazaka, ma è stata proprio quest’ultima a chiudere la pratica con un ippon. Terza posizione per la mongola Tserennadmid Tsend-Ayush e la cinese Yang Junxia, numero uno del tabellone.

-63 kg
1. URDABAYEVA, Marian (KAZ)
2. TSUGANE, Megumi (JPN)
3. TSEND-AYUSH, Tserennadmid (MGL)
3. YANG, Junxia (CHN)
5. BAK, Jiyun (KOR)
5. BALDORJ, Mungunchimeg (MGL)
7. HUANG, Shih Han (TPE)
7. WATANABE, Kiyomi (PHI)

Clicca qui per la pagina Facebook JUDO LOTTA TAEKWONDO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: IJF

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top