Judo, Campionati Asiatici 2016: Giappone e Mongolia chiudono con quattro titoli

Judo-Tuvshinbayar-Naidan.jpg

Tashkent, capitale dell’Uzbekistan, ospita quest’anno i Campionati Asiatici di judo, prova qualificativa per i Giochi Olimpici di Rio 2016. Come le altre rassegne continentali, anche questo torneo assegna 400 punti nel ranking olimpico a ciascun medagliato d’oro. Al netto del Giappone, che ha mandato una squadra di seconde linee, quasi tutti i migliori judoka asiatici sono presenti in Uzbekistan.

81 KG

Se il favorito della vigilia era Uuganbaatar Otgonbaatar, a vincere il titolo asiatico degli 81 kg è stato un altro judoka mongolo, Dagvasuren Nyamsuren. Il ventiseienne ha trionfato per la prima volta nella rassegna continentale grazie ad un waza-ari messo a segno sul libanese di origine brasiliana Elias Nacif. Otgonbaatar è statao relegato invece al quinto posto, battuto nel match per il terzo posto dall’iraniano Saeid Mollaei, che ha così ottenuto il bronzo alla pari del kazako Aziz Kalkamanuly.

-81 kg
1. NYAMSUREN, Dagvasuren (MGL)
2. ELIAS, Nacif (LIB)
3. KALKAMANULY, Aziz (KAZ)
3. MOLLAEI, Saeid (IRI)
5. IMAMOV, Yakhyo (UZB)
5. OTGONBAATAR, Uuganbaatar (MGL)
7. SABIROV, Shaxzodbek (UZB)
7. ZOLOEV, Vladimir (KGZ)

90 KG

Giornata di grandi sorprese in questa categoria, dove Komronshokh Ustopiriyon ha regalato uno storico titolo al Tajikistan. Il ventitreenne della ex repubblica sovietica si è imposto grazie alle penalità sul giapponese Yusuke Kobayashi, che a sua vola aveva eliminato prematuramente il numero uno del tabellone, il mongolo Otgobaatar Lkhagvasuren. Altra rivelazione di giornata, il giordano Ibrahim Khalaf ha conquistato il bronzo, alla pari del cinese Cheng Xunzhao.

-90 kg
1. USTOPIRIYON, Komronshokh (TJK)
2. KOBAYASHI, Yusuke (JPN)
3. CHENG, Xunzhao (CHN)
3. KHALAF, Ibrahim (JOR)
5. JURAEV, Sherali (UZB)
5. SINGH, Avtar (IND)
7. HADI, Hadi (IRQ)
7. MORADI, Saeed (IRI)

100 KG

Nuovo titolo per la Mongolia, che si impone con il veterano Tuvshinbayar Naidan, trentunenne già campione olimpico a Pechino 2008 ed argento a Londra 2012. Naidan ha conquistato il suo secondo titolo continentale in carriera, dopo quello del 2014, sconfiggendo in finale il padrone di casa uzbeko Soyib Kurbonov grazie agli shido (tre a due). Un altro uzbeko, Ramziddin Sayidov, è salito sul terzo gradino del podio insieme al kazako Maxim Rakov, accreditato della testa di serie numero uno.

-100 kg
1. NAIDAN, Tuvshinbayar (MGL)
2. KURBONOV, Soyib (UZB)
3. RAKOV, Maxim (KAZ)
3. SAYIDOV, Ramziddin (UZB)
5. SHAH, Hussain Shah (PAK)
5. MAHJOUB, Javad (IRI)
7. KIM, Younghun (KOR)
7. SAIDOV, Saidzhalol (TJK)

+100 KG

Ignoto ai più e mai medagliato neppure ai Campionati Giapponesi, il nipponico Kokoro Kageura ha vinto il prestigioso titolo della categoria di peso più elevata con un ippon sull’idolo locale Abdullo Tangriev. Il sudcoreano Kim Sung-Min, favorito della vigilia, è stato battuto da Kageura ai quarti di finale, e poi ha perso il match per il bronzo contro il kirghizo Iurii Krakovetskii. Sul podio anche il kazako Yerzhan Shynkeyev.

+100 kg
1. KAGEURA, Kokoro (JPN)
2. TANGRIEV, Abdullo (UZB)
3. KRAKOVETSKII, Iurii (KGZ)
3. SHYNKEYEV, Yerzhan (KAZ)
5. BATTULGA, Temuulen (MGL)
5. KIM, Sung-Min (KOR)
7. ABDURAKHMONOV, Mukhamadmurod (TJK)
7. YEA ON, Kunathip (THA)

70 KG

Altro successo giapponese tra le 70 kg, con Yoko Ono che ha battuto in finale la favorita sudcoreana Kim Seong-Yeon, in un match molto equilibrato deciso da uno shido al golden score. Per la ventiseienne si tratta della vittoria più importante della carriera. La squadra di casa ha ottenuto una nuova medaglia grazie al bronzo di Gulnoza Matniyazova, terza assieme alla cinese Zhou Chao.

-70 kg
1. ONO, Yoko (JPN)
2. KIM, Seongyeon (KOR)
3. MATNIYAZOVA, Gulnoza (UZB)
3. ZHOU, Chao (CHN)
5. CHEN, Fei (CHN)
5. TSEND AYUSH, Naranjargal (MGL)
7. KADYRBEKOVA, Aizhan (KGZ)
7. UMIRALIYEVA, Dilbar (KAZ)

78 KG

 Dopo quattro medaglie di bronzo ed una finale persa, la ventottenne cinese Zhang Zhehui ha ottenuto la sua prima medaglia d’oro nella competizione continentale, regalando al suo Paese l’unico titolo individuale di questa edizione. Zhang si è imposta per yuko sulla giapponese Rika Takayama, mentre in terza posizione troviamo la nordcoreana Sol Kyong, campionessa iridata nel 2013 e numero uno del tabellone, e la mongola Lkhamdegd Purevjargal.

-78 kg
1. ZHANG, Zhehui (CHN)
2. TAKAYAMA, Rika (JPN)
3. PUREVJARGAL, Lkhamdegd (MGL)
3. SOL, Kyong (PRK)
5. AMANGELDIYEVA, Albina (KAZ)
5. PARK, Yujin (KOR)
7. WANG, Szu-Chu (TPE)
7. YULDASHOVA, Kumush (UZB)

+78 KG

Pronostico rispettato nella massima categoria di peso, dove, in assenza delle fortissime cinesi, la ventisettenne Kim Min-Jeong ha conquistato il suo primo titolo continentale. Già due volte finalista perdente nella rassegna asiatica, la sudcoreana ha battuto alle penalità la kazaka Gulzhan Issanova, mentre il podio è stato completato dalla giapponese Manami Inoue e dalla mongola Javzmaa Odkhuu.

+78 kg
1. KIM, Minjeong (KOR)
2. ISSANOVA, Gulzhan (KAZ)
3. INOUE, Manami (JPN)
3. ODKHUU, Javzmaa (MGL)
5. SARBASHOVA, Nagira (KGZ)
5. SATJADET, Thonthan (THA)
7. KAUSHALYA, Sachini (SRI)
7. SUN, Pei Yu (TPE)

MEDAGLIERE PROVE INDIVIDUALI

Nation 1st place 2nd place 3rd place 5th place 7th place
1. Japan (JPN) 4 3 4 0 0
2. Mongolia (MGL) 4 1 6 5 0
3. Kazakhstan (KAZ) 3 2 4 4 3
4. Korea, South (KOR) 1 2 0 4 4
5. China (CHN) 1 1 4 5 0
6. Tajikistan (TJK) 1 0 0 0 3
7. Uzbekistan (UZB) 0 3 3 2 2
8. Iran (IRI) 0 1 1 1 1
9. Lebanon (LIB) 0 1 0 0 0
10. Democratic Peoples Republic of Korea (PRK) 0 0 2 0 0
11. Kyrgyzstan (KGZ) 0 0 1 2 3
12. Chinese Taipei (TPE) 0 0 1 1 4
13. Turkmenistan (TKM) 0 0 1 0 1
14. Jordan (JOR) 0 0 1 0 0

Clicca qui per la pagina Facebook JUDO LOTTA TAEKWONDO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top