Golf, Augusta Masters 2016: Watson, Oosthuizen, Mickelson e Scott spiccano nel gruppone degli outsider

956_194567180697543_953135417_n.jpg

Adam Scott


Dietro ai favoriti degli Augusta Masters vi sono numerosi golfisti in grado di recitare un ruolo di primo piano e anche di andare alla caccia dell’ambitissima “giacchetta verde”. Sono diversi per caratteristiche, età, rendimento stagionale, ma tutti hanno una o più ragioni per essere annoverati nel gruppo dei protagonisti.

Ve ne sarebbero una dozzina da menzionare; concentrandosi su quattro nomi, non si vuole escludere nessun altro, ma semplicemente analizzare alcuni possibili outsider.

Bubba Watson è ben conosciuto nel mondo degli appassionati di golf, non solamente in quanto numero 4 del ranking, ma, ancor maggiormente, per il doppio successo ai Masters nel 2012 e 2014. Il 38enne della Florida si è imposto a febbraio nel Northern Trust Open e, proprio sul green di Augusta, si trova a suo agio, per cui la sfida ai favoriti per un clamoroso tris è già stata lanciata.

Il sudafricano Louis Oosthuizen è uno dei golfisti più “in palla” del 2016; spesso nelle prime piazze delle prove dello European Tour, è giunto secondo ai recenti World Golf Championship e ha dichiarato che il percorso dei Masters è il suo preferito in assoluto, ragion per cui vederlo nelle prime piazze non appare utopistico.

Per quanto riguarda Phil Mickelson, si può parlare di un’atleta di grande esperienza, essendo ormai prossimo ai 46 anni, ma il californiano è tutt’altro che una “vecchia gloria” e sa tirare fuori gli artigli nei momenti decisivi. Il suo primo Masters risale a dieci anni orsono, seguito dal bis nel 2010 e, seppur non vinca un torneo di pregio da 3 anni, la sua stagione è stata assolutamente buona, per cui il colpo di coda del vecchio Phil non è da escludere.

Da ultimo, ma non per importanza, Adam Scott, primo nel FedEx Ranking, già vincitore del Masters 2013 e trionfatore in due PGA nel 2016. L’australiano ha iniziato la stagione alla grande, ma la sua condizione sembra in lieve calo, tuttavia le possibilità di una smentita proprio nell’appuntamento più importante sono elevate.

Come in ogni gara di golf i pretendenti al titolo sono numerosissimi, seppure in un percorso difficile come quello dell’Augusta Golf Club, normalmente si imponga uno dei più attesi; ovviamente questo non esclude il nome a sorpresa con quote altissime, e se si mettessero 2€ su Rafa Cabrera Bello, lo spagnolo “ultimo arrivato” e sempre tra i primi nei recenti tornei?

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.pessoni@oasport.it

Lascia un commento

Top