Golf, Augusta Masters 2016 – Spieth: “Avrei firmato per un -2”. McIIroy: “Sono vicino”

BuJkD0NIYAAd_pn.jpg

Rory McIlroy


Al termine del primo round, dove Jordan Spieth ha messo a segno un eccellente 66, nelle parole dei golfisti di scena ad Augusta il tema principale è il forte vento che ha reso difficilissima la prima giornata di gare.

Per Spieth “Oggi è stata davvero difficile; avrei firmato per un -2 e ho temuto si dovesse sospendere la competizione; sono estremamente soddisfatto per avere concluso un primo round con due colpi in meno del 2015. Io amo questo percorso pieno di difficoltà, che ti obbliga a mantenere la concentrazione sempre al massimo livello”.

Danny Lee, secondo in classifica, lamenta “delle folate tremende che sembravano quasi di 80 km/h sul green; il 68 del primo giro mi pone in una posizione di prestigio, speriamo di continuare in questa direzione”.

L’altro secondo, Rory McIlroy ha dichiarato: “Tutto ciò che era intorno al 70 oggi (ieri,ndr) sarebbe stato grasso che cola, per arrivare a 66 avrei dovuto fare una delle migliori performance della mia vita, non mi sono allontanato più di tanto”.

Ovviamente di diverso tenore le esternazioni dei “delusi di giornata”, a partire da Jason Day per il quale “nella seconda parte è stato terribile, con un parziale di 41 nelle seconde nove buche, addirittura un triplo bogey alla no. 16, per me diventa dura…”.

Phil Mickelson, che ha chiuso con 72, par impreca nei confronti di condizioni veramente difficili, che dovrebbero rimanere anche nei prossimi giorni. Se riuscirò nel secondo round a stare appena sotto il par, me la posso giocare sino a domenica”.

Per concludere il “povero” sudafricano Ernie Els, che ha girato in 80,+8, con un disastro di 9 colpi per la buca d’apertura: “Non riesco a spiegare ciò che mi è successo, non riuscivo a prendere in mano il putter, ero in preda a tremori, altri golfisti hanno sospeso la loro partita, non so proprio cosa dire”.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.pessoni@oasport.it

Lascia un commento

Top