Giro delle Fiandre 2016: DIRETTA LIVE. Sagan trionfa in maglia iridata

Schermata-2016-04-02-alle-21.47.30.png

Il grande giorno è arrivato. Oggi si svolgerà l’edizione numero 100 del Giro delle Fiandre, seconda Classica monumento della stagione. Una corsa amata in Belgio come nel resto del mondo, capace di incantare i tifosi e stregare i corridori. Adrenalina, abilità e leggenda si mescolano sui muri che condurranno il gruppo verso Oudenaarde, dove si concluderà la gara. Attesissimi protagonisti saranno Fabian Cancellara, Peter Sagan ed Aleksander Kristoff, anche se non mancano outsider di lusso, su tutti il belga Tom Boonen. OA Sport vi accompagnerà LIVE passo passo, muro dopo muro nello svolgimento della corsa per non perdere neanche un minuto con la consueta Diretta Scritta. Appuntamento alle 10.30 per la partenza: buon divertimento!

IL PERCORSO I FAVORITILE SPERANZE DEGLI ITALIANI

Clicca F5 per aggiornare la pagina

16.43: Sagan batte Cancellara che chiude la sua carriera alla grande con uno splendido secondo posto. Terzo Vanmarcke, quarto Kristoff.

16.41: ultimo chilometro, Sagan vola verso la sua prima monumento.

16.37: 5 all’arrivo. Grande sfida tra Sagan e Cancellara. 15” però sono troppi da recuperare.

16.35: 6 chilometri all’arrivo, 13”.

16.28: Sagan da solo contro Cancellara e Vanmarcke. 15” il suo vantaggio.

16.27: mostruoso Sagan, si pianta Vanmarcke.

16.26: Paterberg per Sagan e Vanmarcke. Se la giocano loro!

16.23: la coppia al comando ha 15” di vantaggio su Cancellara e Terpstra.

16.22: Sagan spettacolo davanti, lontani gli inseguitori.

16.20: vola in solitaria lo svizzero! Davanti si stacca Kwiatkowski, resta la coppia Sagan-Vanmarcke.

16.20: Cancellara a tutta per riprendere Sagan!

16.18: inizia il Kwaremont, 25” il vantaggio.

16.15: tra poco l’ultima accoppiata Kwaremont-Paterberg.

16.14: Katusha e Trek a tirare il gruppo, staccato di 30”.

16.12: si compattano gli attaccanti.

16.08: ricordiamo comunque i fuggitivi, che con tenacia mantengono qualche secondo di vantaggio. Van Haecke, Vandbergh, Van Baarle, Greipel, Clayes e Erviti. Al loro inseguimento Sagan, Kwiatkowski e Vanmarcke, poi il gruppo, a circa un minuto.

16.07: tocca alla Trek provare a chiudere il buco.

16.03: ora il Kruisberg. Guadagna il trio Sagan, Kwiatkowski, Vanmarcke. Circa 15” il loro vantaggio.

16.01: prova a muoversi in prima persona Fabian Cancellara, rimasto sorpreso da questo attacco.

15.59: attaccano Sagan e Kwiatkowski, si ripete la situazione di Harelbeke. Rientra anche Vanmarcke. Situazione critica per la corsa.

15.56: 34 chilometri al comando, situazione molto confusa. Il gruppo al comando ha circa un minuto di vantaggio sul gruppo Sagan-Cancellara.

15.54: Devolder e Gatto, compagni di squadra di Cancellara e Sagan, vanno a tutta per aiutare i propri capitani.

15.53: si muovono i big! Cancellara, Sagan, Vanmarcke, Trentin. Tutti davanti!

15.49: ora lo Steenbeekdries. Attacca Ian Stannard (Team Sky), continuo rimescolamento tra gruppo e fuggitivi.

15.41: 40 chilometri all’arrivo.

15.40: Pozzato rimane indietro, tantissimi corridori mettono il piede a terra.

15.37: Greipel approccia il Koppenberg in testa, tra poco il plotone.

15.34: ci si avvicina al Koppenberg. Ora succederà sicuramente qualcosa nel plotone.

15.30: non si muove nessuno in gruppo. Davanti però tutti i migliori, con Oss e Trentin apparsi in forma eccellente.

15.28: ora il Paterberg! Gruppo allungatissimo!

15.22: si muove Vandbergh per la Etixx!

15.15: velocità folli in gruppo! Stiamo per approcciare l’Oude Kwaremont!

15.07: Imanol Erviti (Movistar), Gijs Van Hoecke (Topsport Vlaanderen – Baloise), André Greipel (Lotto Soudal), Nils Politt (Katusha), Hugo Houle (AG2R La Mondiale), Dmitriy Grudzev (Astana), Dimitri Claeys (Wanty – Groupe Gobert) al comando con poco meno di 3′ di vantaggio in vista del Vecchio Kwaremont.

14.56: i battistrada passano sul Kanarieberg, altro strappo in asfalto. Per aspettare il pavé bisognerà attendere l’Oude Kwaremont tra 15 chilometri che aprirà la fase finale e decisiva di corsa.

14.50: frattura della clavicola confermata per Greg Van Avermaet. Impossibile vederlo impegnato nelle classiche di Aprile.

14.47: ricordiamo la composizione del primo gruppetto. Imanol Erviti (Movistar), Gijs Van Hoecke (Topsport Vlaanderen – Baloise), André Greipel (Lotto Soudal), Nils Politt (Katusha), Hugo Houle (AG2R La Mondiale). Rientrano anche Grudzev (Astana) e Claeys (Wanty – Groupe Gobert).

14.46: Greipel e Politt sono rientrati sulla testa della corsa. Margine sempre di 1’33”. Dietro le squadre dei big si guardano.

14.34: 86 chilometri all’arrivo, 1’30” il vantaggio della fuga sul gruppo.

14.26: davanti sono rimasti in due: Erviti e Van Hoecke. Al loro inseguimento la coppia teutonica Greipel e Politt staccata di 30”, poi il gruppo molto attivo.

14.17: meno di cento chilometri al traguardo, velocità alta in gruppo. Ripreso il nostro Federico Zurlo, prova a partire al contrattacco André Greipel. Assieme a lui l’altro teutonico Politt (Katusha). Gruppo a 40” dalla fuga.

14.07: quattro uomini della BMC a terra! Van Avermaet, Oss, Quinziato e Schar. Addirittura in lacrime Van Avermaet, sembrano esserci problemi alla clavicola per lui.

13.51: rientrano gli inseguitori, ma ancora una volta la seconda parte del plotone è in fila indiana e mancano 113 chilometri alla conclusione. I prossimi 50 chilometri saranno più tranquilli dal punto di vista altimetrico e sopratutto non ci saranno muri in pavé. Poi il finale sarà senza respiro.

13.48: gruppo spezzato! Una trentina di uomini hanno vantaggio su tutti gli altri. Sembrano esserci tutti i big davanti.

13.46: la Etixx-QuickStep vuole fare sul serio. Allungo di Tony Martin, risposta di Savatore Puccio (Team Sky) poi André Greipel (Lotto Soudal) e Tom Boonen che hanno allungato il plotone. Corsa già infiammata.

13.44: ricordiamo gli attaccanti. Hugo Houle (AG2R La Mondiale), Federico Zurlo (Lampre – Merida), Imanol Erviti (Movistar), Gijs Van Hoecke (Topsport Vlaanderen – Baloise) e Wesley Kreder (Roompot – Oranje Peloton). Staccato Lukas Pöstlberger (Bora – Argon 18)

13.43: anche Benoot, caduto, è stato costretto al ritiro.

13.42: manca sempre meno al Molenberg, ritmo sempre altissimo in gruppo. I fuggitivi mantengono solo 2’30” di vantaggio.

13.37: la Etixx-QuickStep ha preso in mano le redini della corsa. Un vero e proprio trenino in testa al plotone, la formazione di Boonen potrebbe avere intenzione di fare corsa dura sin da queste fasi di corsa.

13.34: Anche il gruppo è sul tratto in pavé di Kerkgate. Alcuni uomini in coda cominciano a faticare e non poco.

13.27: altra caduta nel gruppo e nelle prime posizioni! Rimane a terra Benoot mentre Cancellara ha dovuto scendere di bicicletta. Ancora fermo Burghart

13.25: sta salendo anche il vento, le bandiere delle Fiandre garriscono al bordo della strada. Gruppo praticamente in fila indiana!

13.23: testa della corsa già sul Wolvenberg. Pendenze importanti ma molto breve.

13.18: ritiro per Démare a causa della caduta precedente.

13.17: fuggitivi sull’Eikenberg, muro in pavé.

13.14: Vammarcke sta rientrando con due compagni sulla lunga coda del gruppo. Plotone a 4’30” dalla testa della corsa.

13.10: caduta per Sep Vanmarcke! Il belga era stato costretto già a mettere il piede a terra nella precedente caduta.

13.05: caduta nelle prime posizioni del gruppo. A terra Arnaud Démare, vincitore della Milano-Sanremo. Tutti i corridori, per fortuna, si stanno rialzando.

13.01: da qui in avanti 40 chilometri molto duri con diversi muri in pavé. Potrebbe verificarsi una prima selezione in gruppo. Tra meno di 5 chilometri il Kortekeer.

12.50: Kenny Dehaes (Wanty – Groupe Gobert) sta provando a rientrare ma deve recuperare 2′ sulla testa della corsa. Gruppo a 4′.

12.47: gli attaccanti sono sull’Oude Kwaremont! 2 chilometri e 200 metri, pendenze che arrivano fino all’11%.

12.36: molto bravo Federico Zurlo a centrare la fuga giusta a soli 22 anni. Tra poco lo vedremo all’opera sui Muri

12.33: mancano solo 10 chilometri al primo passaggio sull’Oude Kwaremont.

12.30: Hugo Houle (AG2R La Mondiale), Federico Zurlo (Lampre – Merida), Imanol Erviti (Movistar), Gijs Van Hoecke (Topsport Vlaanderen – Baloise), Lukas Pöstlberger (Bora – Argon 18) e Wesley Kreder (Roompot – Oranje Peloton) hanno quasi 3′ di vantaggio sul gruppo.

12.11: ci avviciniamo velocemente al primo muro, velocità pazzesche.

11.49: niente da fare. 60 chilometri, gruppo compatto.

11.48: provano ad andar via in sei: Gatis Smukulis (Astana), Roy Curvers (Giant – Alpecin), Kenny Dehaes (Wanty – Groupe Gobert), Shane Archbold (Bora – Argon 18), Jesper Asselman (Roompot – Oranje Peloton) e Enrique Sanz (Southeast – Venezuela). 10” il loro vantaggio.

11.40: siamo al chilometro 50, ancora gruppo compatto.

11.19: dopo 30 chilometri gruppo ancora compatto. Velocità sempre folli.

10.55: siamo a circa 20 chilometri dallo start, gruppo ancora compatto, ma allungatissimo.

10.53: caduta in gruppo.

10.47: decimo chilometro. Tantissimi attacchi, nessuna fuga.

10.39: percorsi i primi 5 chilometri, ancora gruppo compatto.

10.36: come di consueto velocità altissime, tantissimi attacchi.

10.30: iniziato ufficialmente il 100mo Giro delle Fiandre. Dopo 8 chilometri di trasferimento da Brugge, arrivato lo start.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Twitter: Santo_Gianluca

Foto: By youkeys (Ronde van Vlaanderen 2015 – Oude Kwaremont) [CC BY 2.0], via Wikimedia Commons

Lascia un commento

Top