Ginnastica, Test Event 2016 – La notte dell’Italia: Edalli e Morandi per qualificarsi alle Olimpiadi!

Morandi-anelli.jpg

La notte dell’Italia. Alle 23.30 toccherà a Ludovico Edalli e Matteo Morandi scendere in pedana per il Test Event 2016 di ginnastica artistica, ultima occasione utile per qualificarsi alle Olimpiadi 2016.

Dopo il fallimentare Mondiale di Glasgow, concluso con il 19esimo posto nella gara a squadre, la nostra Nazionale avrà diritto a un solo pass per i Giochi, da raccogliere proprio nella prova odierna. L’Italia potrà partecipare a Rio con un solo atleta, un passo indietro rispetto agli ultimi tre cicli dove eravamo sempre stati presenti con l’intera formazione.

Cosa devono fare gli azzurri per completare la missione? Sostanzialmente concludere tra i migliori 26 dell’all-around in programma nella giornata odierna (clicca qui per il regolamento dettagliato e per una spiegazione nei minimi particolari). Nulla di complicato, sia chiaro. Sicuramente non lo sarà per Ludovico, Campione d’Italia assoluto sul giro completo che, salvo cataclismi, riuscirà nel suo compito. Il pass che andrà a conquistare, però, non sarà nominale. Questo significa che se Matteo Morandi, quasi sicuramente alle spalle del bustocco in classifica, concluderà tra i qualificati virtuali allora la Federginnastica Italiana potrà scegliere chi convocare tra i due atleti in vista delle Olimpiadi.

 

Cuore infinito del Dog. Dopo anni è stato costretto a risalire su tutti gli attrezzi, lui super specialista agli anelli su cui ha conquistato quattro medaglie iridate e lo storico bronzo alle Olimpiadi 2012. Con caparbietà si è rimesso in gioco per inseguire la quarta Olimpiade della carriera. Durante questo inizio 2016 lo abbiamo ammirato sul giro completo al Team Challenge di Stoccarda, in Serie A ha portato almeno cinque attrezzi, mettendosi alla prova per la sfida odierna.

Servirà una gara pulita e concreta per rientrare tra i qualificati e sperare di ritornare all’Olympic Arena tra quattro mesi, provando a difendere il terzo posto ottenuto quattro anni fa. Missione non facile ma neanche impossibile per il brianzolo che, oltre all’over 15 sul suo attrezzo preferito, ha comunque dimostrato di poter valere anche dei 14 nel resto dell’all-around.

 

Ludovico Edalli rappresenta invece una certezza nel concorso generale come testimoniano i due titoli italiani e il rendimento nelle ultime stagioni. Ha anche disputato la Finale dei Mondiali 2014 e questa sera, in un contesto di livello ma per ovvi motivi senza tanti big internazionali, non dovrebbe avere particolari problemi a staccare il pass della sicurezza, quello che comunque vada ci permetterà di schierare un azzurro alle Olimpiadi. Quasi sicuramente farà meglio di Matteo Morandi, le sue speranze di Giochi dipendono sostanzialmente dal risultato del compagno di squadra. Sembra a tutti evidente che se il Dog dovesse rientrare tra i qualificati virtuali sarà poi lui a rappresentare l’Italia a Rio.

 

I due azzurri saranno impegnati nell’ultima suddivisione, partendo dalle parallele pari, l’attrezzo preferito da Edalli. Gireranno con il norvegese Skjerahaug, il cipriota Marios Georgiu, il neozelandese Mikhail Koudinov e il vietnamita Phuoc Hung Pham. Nella stessa suddivisione sarà battaglia tra le squadre di Ucraina, Paesi Bassi e Belgio a caccia dei quattro posti utili per portare l’intera formazione utile. L’Italia tifa Verniaiev e compagni per far sì che si liberi un ulteriore posto.

 

Lascia un commento

Top