Freccia Vallone 2016, Gasparotto: “Soddisfatto è dir poco, pensiamo alla Liegi”

CbfrDUUW4AA_DYC1-e1460562003910.jpg

Un Enrico Gasparotto ancora felice: dopo la splendida vittoria all’Amstel Gold Race arriva un bellissimo quinto posto alla Freccia Vallone. Queste le sue parole ai microfoni Rai: “Soddisfatto è dir poco, è il miglior risultato della mia carriera al Mur de Huy, dopo tante emozioni era difficile trovare motivazioni. Ma quando vedo i miei compagni lavorare con cuore e grinta non posso mollare per un po’ di tosse o mal di gambe. Domenica alla Liegi se nevica ci sarà da discutere. Penseremo venerdì alla Liegi”.

“Sicuramente è andata meglio dell’anno scorso in cui sono caduto – scherza ai microfoni di CyclingProNet Dan MartinQuest’anno ci sono andato vicino, sono orgoglioso della mia prova, probabilmente la miglior scalata del Muro di Huy in carriera. Gli altri anni partivo probabilmente troppo dietro. Con Alaphilippe ci siamo mossi bene – prosegue – Avevamo pianificato che io sarei dovuto partire lungo, mentre lui nel finale. Se non avessi guadagnato, ci avrebbe provato lui”. Lo scenario in fin dei conti è stato quello programmato, tuttavia hanno dovuto fare i conti con un Valverde stratosferico, rispetto al quale c’era ben poco da fare”.

Il più gioioso però è ovviamente Alejandro Valverde: “È incredibile entrare nella storia di questa corsa – dichiara il murciano a CyclingProNet – È un onore per me e per la squadra. Sapevo di avere buone sensazioni, ma in corsa poteva succedere di tutto. Sono contentissimo di avercela fatta”. 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Twitter Gasparotto

Lascia un commento

Top