Freccia Vallone 2016: DIRETTA LIVE. Valverde domina a Huy

Valverde-Pier-Colombo-e1461576055404.jpg

Seconda prova del Trittico delle Ardenne. Ci si sposta dall’Olanda al Belgio, dal Cauberg a Huy, dall’Amstel Gold Race alla Freccia Vallone. Sempre gli strappi però a mettere in difficoltà i corridori. Un ultimo chilometro visto e rivisto negli anni, 9% di pendenza media con punte che arriveranno fino al 26%. Alejandro Valverde grande favorito, che cerca la tripletta; proveranno a contrastarlo i nostri alfieri Diego Ulissi, adattissimo al percorso, ed Enrico Gasparotto, in formissima e reduce dal trionfo di domenica. Seguite la nostra diretta live, sin dalla partenza.

Il percorso – La startlist – I favoriti 

Clicca F5 per aggiornare la pagina

16.32: volata eccellente per Alejandro Valverde che, chiuso nella morsa della Etixx, riesce a battere Alaphilippe e Martin. Quinto un ottimo Gasparotto.

16.31: ci prova Rodriguez con Valverde e Martin!

16.30: 500 metri al traguardo.

16.29: ultimo chilometro, inizia il Mur! Bene Ulissi e Gasparotto, in ottima posizione

16.27: gruppo compatto, 2 km all’arrivo! Ci avviciniamo al Mur de Huy.

16.26: Wellens rientra su Izagirre e Jungels. A una decina di secondi il gruppo.

16.25: quattro al traguardo, deve aumentare il ritmo il gruppo per raggiungere i fuggitivi.

16.24: 15” di vantaggio per i fuggitivi sul gruppo. Si stacca Gilbert.

16.23: arriva l’atteso scatto di Tim Wellens! Come l’anno scorso e come all’Amstel di domenica.

16.21: sei chilometri al traguardo, Izagirre stacca Jungels davanti!

16.20: cote de Cheravre! Sempre in tre davanti!

16.19: il gruppo prova a ricucire lo strappo, a tutta la Tinkoff.

16.16: Jungels (Etixx Quick Step), Preidler (Giant Alpecin) ed Izagirre (Movistar) davanti.

16.15: vicinissimi alla Cote de Cheravre. Sicuramente si muoverà qualcuno.

16.13: Jungels al contrattacco!

16.12: ci prova il campione polacco Marczynski della Lotto Soudal, ma la Movistar insegue alla grande.

16.09: quindici chilometri al traguardo. Mancano solo Cote de Cheravre e Mur de Huy. Vediamo se qualcuno proverà ad anticipare i tempi.

16.07: ritmo molto alto, praticamente ripreso Cummings. Si staccano in tanti in fondo al gruppo.

16.04: 18 chilometri al traguardo, terzultima cote per Cummings, che ha soltanto 30” di vantaggio sul gruppo guidato dalla Movistar.

15.54: Cummings se ne va quando mancano 27 chilometri al traguardo. Mission impossibile, ma Cummings è un ottimo pedalatore.

15.50: i fuggitivi e il gruppo sono sul Muro. Movistar sempre schierata in testa al plotone.

15.47: è sceso sotto il minuto il margine dei quattro attaccanti, pochi metri al Mur de Huy (ma non sarà l’ultimo passaggio).

15.36: Cummings, Bono, Dillier e Van der Sande hanno 1’30” di vantaggio sul gruppo.

15.12: si è rotto il gruppetto di testa, plotone a 2′. Matteo Bono resta in testa alla gara.

14.51: comincia a scendere il ritardo del gruppo dai fuggitivi quando ormai mancano 70km all’arrivo

14.34: arriva intanto la notizia del ritiro di Dario Cataldo

14.28: anche dopo il passaggio sul muro d’Huy i fuggitivi mantengono i tre minuti di vantaggio sul gruppo

14.12: tra poco i fuggitivi affronteranno per la prima volta il muro di Huy

14.01: superato il 90esimo chilometro. In fuga ci sono sempre i soliti dieci:  Stephen Cummings (Dimension Data), Paul Bowmann (LottoNL-Jumbo), Silvan Dillier (BMC), Vegard Stake Laengen (IAM Cycling), Kiel Reijnen (UnitedHealthcare), Matteo Bono (Lampre-Merida), Tosh Van der Sande (Lotto Soudal), Sander Helven (Topsport Vlaanderen – Baloise) e Quentin Pacher (Delko Marseille) e Mads Pedersen (Stolting Service Group). Vantaggio dei fuggitivi oltre i 3 minuti

13.53: superata la la Cote de Bohisseau e poi anche la Côte de Solières. Il vantaggio dei fuggitivi è sempre stabile sui tre minuti

13.30: Agli uomini in fuga si è aggiunto anche Mads Pedersen (Stolting Service Group) ed ora il loro vantaggio è di 2’55” sul gruppo.

13.12: la fuga è composta da Stephen Cummings (Dimension Data), Paul Bowmann (LottoNL-Jumbo), Silvan Dillier (BMC), Vegard Stake Laengen (IAM Cycling), Kiel Reijnen (UnitedHealthcare), Matteo Bono (Lampre-Merida), Tosh Van der Sande (Lotto Soudal), Sander Helven (Topsport Vlaanderen – Baloise) e Quentin Pacher (Delko Marseille).

13.10: Cummings è stato ripreso da altri 7 uomini e il gruppo sembra intenzionato a lasciar andare quest’azione dopo quasi 60 chilometri di gara.

13.07: al suo inseguimento un gruooetto.

13.04: molto attiva la Dimension Data. Ora è Stephen Cummings che ha 25” di vantaggio sul gruppo ma da solo è difficile possa fare qualcosa.

12.49: la prima ora è volata a 45 km/h di media ma nonostante questo la fuga buona non è ancora partita.

12.34: niente da fare. Gruppo compatto dopo 36 chilometri e velocità altissima.

12.29: 31 uomini al comando, gruppo a 16”. Fase molto attiva della corsa ma la fuga buona non parte.

12.21: tutti insieme al chilometro 21. Nulla da fare per gli attaccanti. Come ormai prassi nelle ultime classiche la fuga fatica a prendere il largo.

12.15: il gruppetto è rientrato su Van Rensburg. 24 uomini al comando ma gruppo a soli 15”

12.09: ha allungato Jacques Janse Van Rensburg che ha una trentina di secondi di margine su un gruppetto di 20 uomini. Poi il plotone. In questo momento la corsa si trova su un tratto di salita.

12.03: BMC e Lotto-Soudal fanno il ritmo in testa al gruppo.

11.58: la prima salita sarà la côte de Bellaire dopo 67 chilometri, ma prima la strada resta mossa con diversi sali-scendi.

11.53: la corsa ha preso il via ufficialmente. Primi tentativi di allungo.

11.46: i corridori sono nel tratto neutralizzato di corsa in attesa del via ufficiale.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Pier Colombo

Lascia un commento

Top