Equitazione: Bost si impone in Messico, Truppa e Rustignoli sul podio a Valencia

Equitazione-Roger-Yves-Bost-FB.jpg

Il cinquantenne francese Roger-Yves Bost si è aggiudicato sabato la prova del CSI cinque stelle di Città del Messico valida per il Global Champions Tour 2016. Il campione europeo 2013, in gara su Qoud’Coeur de la Loge, ha realizzato tre percorsi netti, chiudendo il barrage finale in 37″23. Solamente un altro binomio è stato in grado di non commettere errori, quello formato dal belga Jos Verlooy e da Caracas, secondi in 41″63. Completa il podio l’irlandese Bertram Allen su Hector van d’Abdijhoeve (0 / 0 / 4 38″19).

Importante anche la quarta posizione di Christian Ahlmann su Epleaser van’t Heike (0 / 0 / 0 39″72), risultato che permette al cavaliere tedesco di prendere il comando della classifica generale del circuito con 68 punti, precedendo il britannico John Whitaker (60 punti) e Verlooy, terzo con 56. Emanuele Gaudiano, unico italiano in gara, si è classificato diciottesimo su Caspar (5 / 4 76″44), ed è ora sesto in classifica generale con 41 punti.

CLASSIFICA GLOBAL CHAMPIONS TOUR 2016
1. Christian Ahlmann GER 68
2. John Whitaker GBR 60
3. Jos Verlooy BEL 56
4. Sheikh Ali Bin Khalid Al Thani QAT 56
5. Kent Farrington USA 50
6. Emanuele Gaudiano ITA 41
7. Roger-Yves Bost FRA 40
7. Edwina Tops-Alexander AUS 40
9. McLain Ward USA 37
10. Bertram Allen IRL 35

In precedenza si era tenuta una prova contro il tempo con ostacoli ad 1.50 metri, vinta in 63″78 dal belga Nicola Philippaerts su Zilverstar T davanti ad Ahlmann, questa volta secondo in versione Caribis Z (65″81), ed al sorprendente venezuelano Emanuel Andrade su Nokia de Brekka (68″04). Emanuele Gaudiano si era classificato ventesimo su Guess (8 / 63″40).

Prosegue, intanto, anche il CDI tre stelle di Oliva-Valencia, in Spagna, dove sono impegnati alcuni dei binomi più rappresentativi del dressage azzurro. Il Grand Prix Freestyle, prova più importante di giornata, ha visto il secondo posto di Valentina Truppa su Fixdesign Chablis, ottenuto grazie all’ottimo punteggio di 72.900%, ed il terzo del binomio campione nazionale, quello formato da Micol Rustignoli e Fixdesign Corallo Nero (71.500). La vittoria è andata all’amazzone di casa Beatriz Ferrer-Salat Serra di Migni su Sir Radjah (74.400%).

Da notare che l’Italia ha ottenuto tre vittorie: Valentina Truppa si è imposta su Sauvignon nella gara riservata ai cavalli giovani (68.244%), Valentina Remold ha vinto la gara Junior su Broadway (70.746%), e Mia Zamparetti ha fatto lo stesso nella gara dei Pony su Chantre’s Held (62,561%).

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top