Parigi-Roubaix 2016, i favoriti: l’eterno Cancellara sfida Sagan. Incognita Boonen

Schermata-2016-01-30-alle-16.09.31.png

Si avvicina l’edizione numero 114 di una della corse ciclistiche più affascinanti del panorama internazionale. Domenica 10 aprile occhi puntati infatti sulla Parigi-Roubaix: l’inferno del Nord.

Il gruppo percorrerà 257 km animati da ben 27 tratti in pavè (scopri il percorso cliccando qui). Terreno di caccia per alcuni protagonisti indiscussi del pedale come l’eterno Fabian Cancellara. Lo svizzero del team Trek Segafredo ha già trionfato nel famoso velodromo della cittadina della Francia settentrionale in 3 occasioni (2006, 2010, 2013). La sua potenza ben si sposa alle numerose sezioni in ciottolato, ed i lunghi intervalli tra un tratto di pavè ed il successivo rappresentano l’ideale rampa di lancio per l’elvetico.

A ruota di Cancellara, pronto ad approfittare del momento giusto per lanciare la sua micidiale stoccata, è pronto lo slovacco Peter Sagan. Il Campione del Mondo ha finalmente interrotto la maledizione della maglia iridata, aggiudicandosi con autorevolezza Gand-Wevelgem e Giro delle Fiandre. Sembra in forma smagliante, per questo motivo va categoricamente annoverato tra i favoriti d’obbligo.

Molto pericolosi il norvegese Alexander Kristoff (Katusha) ed il belga Tom Boonen (Etixx-Quick Step), 4 volte vincitore a Roubaix, nonostante al Giro delle Fiandre abbia palesato una condizione molto lontana da quella dei giorni migliori. Entrambi fanno della potenza e dello sprint le loro armi di punta. In un arrivo a ranghi ristretti potrebbero decisamente fare la voce grossa.

Assente illustre il campione in carica, ovvero il tedesco John Degenkolb, ancora alle prese con i postumi del brutto incidente in allenamento.

Foto: Pagina Facebook Trek Factory Racing

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

ciro.salvini@oasport.it

Lascia un commento

Top