Boxe: Zeuge sfida De Carolis? Sturm positivo all’antidoping

Boxe-Giovanni-De-Carolis-1.jpg

La notizia non è ancora ufficiale, ma i media tedeschi la danno praticamente per certa: sarà il giovane Tyron Zeuge, classe 1992, a sfidare il romano Giovanni De Carolis per il titolo mondiale WBA dei pesi supermedi, probabilmente il prossimo 23 luglio a Berlino.

Il pugile italiano è in effetti il detentore della cintura, che sarà chiamato a difendere per la prima volta dopo la vittoria dello scorso ottobre su Vincent Feigenbutz, ad Offenburg. De Carolis potrebbe dunque combattere per la terza volta consecutiva in Germania contro un pugile tedesco, visto che già nel maggio 2015 aveva sfidato lo stesso Feigenbutz, perdendo. Il laziale vanta attualmente uno score di 24 vittorie e sei sconfitte, mentre Zeuge ha fino ad ora vinto tutti i diciotto incontri disputati da professionista, l’ultimo dei quali disputato qualche settimana fa contro l’argentino Rubén Eduardo Acosta.

Intanto, qualche giorno fa è arrivata una notizia che riguarda da vicino De Carolis, ovvero la positività ad uno steroide anabolizzante del trentasettenne – anche lui tedesco – Felix Sturm. Il controllo sarebbe stato effettuato in occasione del match vinto dal teutonico contro il russo Fedor Chudinov lo scorso febbraio, quando era in palio la cintura WBA Super della categoria dei supermedi. Il pugile, che avrebbe potuto sfidare in futuro l’italiano per unificare il titolo, ha negato di aver assunto la sostanza, chiedendo le controanalisi: se queste dovessero dare esito non negativo, Sturm rischierebbe di perdere la cintura ed una lunga sospensione che potrebbe porre fine alla sua carriera.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: Giovanni De Carolis (Facebook)

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top