Boxe: continua l’ascesa di Fabio Turchi nel professionismo

Boxe-Fabio-Turchi-FB.png

Lo scorso 31 ottobre, il fiorentino Fabio Turchi esordiva nel mondo del professionismo contro il bosniaco Adis Dadović. In appena sei mesi, il ventiduenne peso massimo ha sfidato cinque avversari diversi, tutti decisamente più esperti di lui, senza avere troppi problemi nello sconfiggerli: l’ungherese György Novák, il croato Marko Martijnjak, il georgiano Shalva Meleksishvili e, ultimo in ordine cronologico, il croato Toni Višić sono tutti caduti sotto i colpi di Turchi.

Sciolti anche i residui dubbi degli scettici sulla sua competitività nel professionismo, resta da capire fin dove potrà arrivare il peso massimo leggero italiano. Più che altro, Turchi ha fino ad ora dominato i suoi avversari, tanto da mettere a segno cinque KO in altrettanti incontri disputati, senza dunque il bisogno di disputare tutti i round in programma. Già nel prossimo appuntamento, previsto per il 24 giugno a Brescia, sarebbe importante trovare un avversario che sappia tenergli testa a lungo. Certamente il titolo nazionale, attualmente detenuto dal ventottenne friulano Nicola Pietro Ciriani (tredici vittorie ed una sconfitta) appare un obiettivo più che mai accessibile per il Turchi visto fino ad ora.

Ad ogni modo, Turchi ha già dimostrato di aver fatto una scelta saggia nel passare dal dilettantismo al professionismo in anticipo rispetto ai programmi iniziali, probabilmente dopo aver capito che ai Giochi Olimpici di Rio 2016 ci sarebbe andato Clemente Russo. Nel frattempo, il fiorentino si sta costruendo una carriera che si annuncia ricca di soddisfazioni tra i “pro”, un mondo nel quale i ventidue anni di Turchi sono davvero pochi se si guardano i dati anagrafici dei principali protagonisti internazionali. Non dimentichiamo, del resto, che, nella stessa serata in cui Fabio batteva Višić per KO, un certo Leonard Bundu andava a riprendersi la cintura di campione europeo dei pesi welter a quarantuno anni.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Tag

Lascia un commento

Top