Beach volley. World Tour 2016, Xiamen. Italia dimezzata. Avanti Ranghieri/Carambula e le ragazze

ranghieri-15.4.2016.jpg

Due sorrisi e due delusioni in attesa di vivere, alle 11 ora italiana, il match che schiude le porte delle semifinali a Ranghieri/Carambula. I sorrisi portano la firma dei trionfatori di Doha che entrano in carrozza nei quarti di finale, confermandosi una delle coppie più solide e in forma del circuito e dell’unica coppia italiana nel torneo femminile, Menegatti/Orsi Toth che, dopo la partenza falsa, si rifà con gli interessi andandosi a prendere il primo posto nel girone e dunque conquistando l’accesso diretto agli ottavi di finale in programma domani.

Delusione, forte, invece, per Daniele Lupo e Paolo Nicolai che cedono il passo ai giovani polacchi Kosiak/Rudol, disputando un match al di sotto nettamente delle loro potenzialità e per i gemelli Ingrosso che ancora una volta si devono arrendere di fronte ai francesi Krou/Rowlandson. Delusione acuita dal fatto che entrambe le coppie che hanno eliminato gli azzurri sono poi uscite con sconfitte piuttosto nette negli ottavi di finale.

Ranghieri/Carambula non hanno avuto problemi a sbarazzarsi degli austriaci Kunert/Dressler (che avevano eliminato a sorpresa gli svizzeri Beeler/Strasser nei sedicesimi) con un secco 2-0 (21-16, 21-17) e nei quarti di finale in programma alle 11 affronteranno gli statunitensi Hyden/Bourne che hanno battuto i turchi Giginoglu/Gogtepe negli ottavi di finale.

Brusco stop, invece, per Nicolai/Lupo nei sedicesimi dove ad avere la meglio sono stati i polacchi Losiak/Kantor con un netto 2-0 (21-16, 21-18) frutto anche dei tanti errori degli azzurri. Polacchi poi travolti negli ottavi dai russi Semenov/Krasilnikov.

Molto più combattuta la sfida che ha visto Paolo e Matteo Ingrosso soccombere di fronte ai francesi Krou/Rowlandson. La coppia transalpina ha avuto la meglio con il punteggio di 2-1 (21-15, 17-21, 15-7) con un crollo inatteso degli azzurri nel tie break, dominato dai francesi. Anche Krou/Rowlandscon sono poi stati sconfitti negli ottavi piuttosto nettamente in due set dai messicani Virgen/Ontiveros.

Questi i risultati degli altri sedicesimi: Grimalt/Grimalt (Chi)-Gabathuler/Gerson (Sui) 2-0 (21-17, 24-22), Kadziola/Szalankiewicz (Pol)-Giginoglu/Gögtepe (Tur) 1-2 (19-21, 21-14, 11-15), Kunert/Dressler (Aut)-Beeler/Strasser (Sui) 2-1 (17-21, 23-21, 15-11), Pedlow/O’Gorman (Can)-Huber/Seidl (Aut) 1-2 (21-18, 18-21, 10-15), Plavins/Regza (Lat)-Windscheif/Fuchs (Ger) 2-0 (21-19, 21-14), Liamin/Barsouk (Rus)-Durant/Soderberg (Aus) 1-2 (18-21, 21-17, 13-15).

Questi gli altri risultati degli ottavi: Samoilovs/Smedins (Lat)-Grimalt/Grimalt (Chi) 2-0 (21-16, 21-13), Virgen/Ontiveros (Mex)-Krou/Rowlandson (Fra) 2-0 (21-13, 21-15), Hyden/Bourne (Usa)-Giginoglu/Gögtepe (Tur) 2-0 (21-16, 22-20), Semenov/Krasilnikov (Rus)-Kosiak/Rudol (Pol) 2-0 (21-17, 21-18), Bryl/Kujawiak (Pol)-Huber/Seidl (Aut) 2-1 (24-26, 21-16, 15-12), Herrera/Gavira (Esp)-Plavins/Regza (Lat) 2-0 (21-19, 26-24), Schalk/Saxton (Can)-Durant/Soderberg (Aus) 2-0 (21-13, 23-21).

Così i quarti in campo tra poco: Virgen/Ontiveros (Mex)-Samoilovs/Smedins (Lat), Ranghieri/Carambula (Ita)-Hyden/Bourne (Usa), Bryl/Kujawiak (Pol)-Semenov/Krasilnikov (Rus), Schalk/Saxton (Can)-Herrera/Gavira (Esp).

In campo femminile bellissima prestazione di Marta Menegatti e Viktoria Orsi Toth nell’ultima sfida del girone eliminatorio. Le azzurre, dopo la partenza falsa, hanno ingranato la marcia superiore ed hanno sconfitto con un netto 2-0 (21-18, 21-14) le temibili russe Ukolova/Birlova. Un successo che garantisce alle italiane il primo posto nella classifica del girone e l’ingresso diretto agli ottavi di finale dove ancora una volta Menegatti/Orsi Toth nella notte italiana si troveranno di fronte le tedesche Holtwick/Semmler che già le avevano eliminate a Vitoria negli ottavi. Dunque immediata possibilità di rifarsi ma allo stesso tempo ancora una volta urna tutt’altro che benevola con gli azzurri.

Così i sedicesimi di finale: Dubovcova/Nestarcova (Svk)-van der Vlist/van Gestel (Ned) 0-2 (14-21, 19-21), Humana-Paredes/Pischke (Can)-Wang/Yue (Chn) 2-0 (21-18, 21-18), Matauatu/Pata (Van)-Bieneck/Großner (Ger) 0-2 (16-21, 14-21), Braakman/Sinnema (Ned)-Holtwick/Semmler (Ger) 0-2 (15-21, 11-21), Schwaiger/Hansel (Aut)-Betschart/Hüberli (Sui) 2-0 (23-21, 25-23), Borger/Büthe (Ger)-Take/Mizoe (Jpn) 2-0 (21-13, 21-15), Xue/Xia (Chn)-Arvaniti/Karagkouni (Gre) 2-0 (21-19, 21-19), Gallay/Klug (Arg)-Ukolova/Birlova (Rus) 2-0 (21-16, 22-20).

Così gli ottavi nella notte italiana: Laboureur/Sude (Ger)-van der Vlist/van Gestel (Ned), Mersmann/Schneider (Ger)- Humana-Paredes/Pischke (Can), Forrer/Vergé-Dépré (Sui)-Bieneck/Großner (Ger), Menegatti/Orsi Toth (Ita)-Holtwick/Semmler (Ger), Lehtonen/Lahti (Fin)-Schwaiger S./Hansel (Aut), Day/Kessy (Usa)-Borger/Büthe (Ger), Heidrich/Zumkehr (Sui)-Xue/Xia (Chn), Ross/Walsh (Usa)-Gallay/Klug (Arg).

Lascia un commento

Top