Volley, SuperLega – Ultima giornata: Padova vola ai playoff, Modena “protesta”, Civitanova batte Trento

Modena-Coppa-italia-Volley-Pier-Colombo-2.jpg

Verona chiude al quarto posto, Padova è l’ultima qualificata ai playoff scudetto. Sono questi i due verdetti più importanti che ci ha regalato l’ultima giornata della regular season di SuperLega.

Il massimo campionato italiano di volley maschile ha così definito la griglia dei playoff scudetto che scatteranno giovedì 10 marzo: due mesi di battaglia per scoprire quale sarà la nuova squadra Campione d’Italia.

 

Nelle ultime ore si era incendiata la polemica tra Modena e la Lega Volley. Il club emiliano aveva già annunciato da diversi giorni che oggi pomeriggio non avrebbe schierato la formazione titolare, con l’intento di far riposare al meglio i giocatori più importanti e di ritrovarseli più freschi per l’inizio della post season. A quel punto la Lega era intervenuta chiedendo un dietro front, Angelo Lorenzetti ha a sua volta replicato piccato nei confronti dei piani alti.

Tutti compatti attorno al mister e ai vertici societari, oggi pomeriggio contro Padova sono però scesi in campo i titolarissimi. Almeno per il primo set, poi il turnover. Come va letta questa scelta? Provocazione? Premesso che ogni allenatore è libero di schierare chi vuole! Se si vuole fare dei moralismi (inutili) bisognava farli anche in altre circostanze nel passato.

Ad ogni modo tutto finisce secondo pronostico perché Monza perde a Verona e Padova sarebbe ritornata ai playoff dopo 11 anni d’assenza anche senza sconfiggere i canarini. I patavini riusciranno invece a centrare i tre punti, chiudono al settimo posto la regular season e affronteranno proprio Modena nei quarti di finale dei playoff.

Lorenzetti ha alternato tutta la rosa, ad esclusione degli infortunati Piano e Petric. Le giovani stelle Onwuelo (9), Pinali (8), Sighinolfi (6), Soli, Sartoretti (6), Donadio hanno rimpiazzato le grandi stelle Bruninho, Ngapeth (6), Nikic, Vettori (6), Bossi, Rossini. Il PalaPanini ha applaudito i propri uomini e ha manifestato il proprio dissenso nei confronti della Lega con diversi striscioni polemici. Padova ne ha approfittato trascinata dai 17 punti di Giannotti e dai 14 muri di squadra: che la festa abbia inizio.

 

Il big match tra Civitanova e Trento era inutile ai fini della classifica: cucinieri già vincitori della regular season, i Campioni d’Italia sicuri di iniziare la difesa del titolo dal terzo posto. Una delle sfide più sentite per il nostro volley, davanti al tutto esaurito dell’Eurosuole Forum, viene così giocata senza alcuna preoccupazione da ambo le parti.

Si impongono nettamente gli uomini di Blengini che infilano l’undicesima vittoria consecutiva in campionato, riscattando così la sconfitta dell’andata al tie-break (ultimo ko per i marchigiani in SuperLega).

La Lube tiene a riposo la diagonale titolare Christenson-Miljkovic, giocano Corvetta e Fei (13 punti, top scorer). Osmany Juantorena e Klemen Cebulj ne segnano 12 a testa, al centro titolari Stankovic e Podrascanin, c’è stato spazio anche per Parodi mentre Kovar inizia a trovare spazio in panchina.

Trento, ancora senza gli infortuni Lanza e Djuric, tiene a riposo anche il libero titolare Colaci facendo giocare De Angelis, diagonale ormai abituale con Giannelli e Nelli.

Ora Civitanova sfiderà Latina nel remake del quarto di finale della passata stagione (furono i pontini, guidati da Blengini, a fare il colpaccio) mentre Trento dovrà affrontare l’ostica Molfetta da cui ha già perso quest’anno.

 

Verona conquista il quarto posto e avrà il vantaggio del campo nella serie contro Perugia. Gli scaligeri hanno infatti sconfitto Monza e ottengono il miglior risultato della loro storia. A fare la differenza i 18 punti di Kovacevic, i 17 di Sander e i 16 di Starovic.

I Block Devils, invece, hanno demolito Latina trascinati dai 20 punti di Atanasijevic (4 aces) e da un servizio brillante (12 aces di squadra). Ai laziali non bastano le 14 marcature di Hirsch e dal sesto posto scivolano in ottava piazza: ora dovranno affrontare Civitanova nei quarti di finale dei playoff.

Molfetta si prende il sesto posto asfaltando il fanalino di coda Piacenza grazie ai 16 punti Hernandez e agli 11 a testa di Candellaro e De Barros, con 13 muri di squadra. I pugliesi scavalcano Latina all’ultimo e ora affronteranno Trento, già battuta due volte durante questa stagione (nell’andata di campionato e nel ritorno dei quarti di Coppa Italia).

Milano, trascinata dai 28 punti di Skrimov, sconfigge Ravenna al tie-break e conquista la quinta vittoria stagionale. I meneghini erano già certi del penultimo posto, i romagnoli scavalcano Monza e concludono al nono posto. Entrambe le formazioni rimangono in corsa per i playoff che assegnano un posto per la prossima Challenge Cup.

 

Di seguito tutti I risultati dettagliati della 22esima giornata, la classifica generale finale della SuperLega e la griglia dei playoff scudetto.

Cucine Lube Banca Marche Civitanova vs Diatec Trentino         3-0 (25-23; 25-19; 25-17)

Revivre Milano vs CMC Romagna         3-2 (25-23; 23-25; 20-25; 25-17; 15-10)

DHL Modena vs Tonazzo Padova         1-3 (25-17; 21-25; 19-25; 11-25)

Calzedonia Verona vs Gi Group Monza         3-1 (25-20; 25-23; 21-25; 25-22)

Sir Safety Conad Perugia vs Ninfa Latina         3-0 (25-19; 25-20; 25-22)

Exprivia Molfetta vs LPR Piacenza         3-0 (25-21; 25-16; 25-22)

 

CLASSIFICA FINALE SUPERLEGA 2015/2016 VOLLEY MASCHILE:

# SQUADRE PUNTI PARTITE GIOCATE PARTITE VINTE
1. Civitanova 59 22 20
2. Modena 52 22 18
3. Trento 47 22 17
4. Verona 44 22 14
5. Perugia 42 22 14
6. Molfetta 29 22 10
7. Padova 28 22 9
8. Latina 27 22 9
9. Ravenna 22 22 7
10. Monza 22 22 7
11. Milano 16 22 5
12. Piacenza 8 22 2

 

PLAYOFF SCUDETTO – QUARTI DI FINALE (al meglio delle 5 partite):

[1] Cucine Lube Banca Marche Civitanova vs [8] Ninfa Latina

[4] Calzedonia Verona vs [5] Sir Safety Conad Perugia

[2] DHL Modena vs [7] Tonazzo Padova

[3] Diatec Trentino vs [6] Exprivia Molfetta

Lascia un commento

Top