Volley, SuperLega – Trento e Modena ko, imprese Molfetta e Padova: playoff apertissimi. Civitanova sul velluto

Molfetta-volley-Hierrezuelo.jpg

Tante sorprese nelle gare2 dei quarti di finale dei playoff scudetto. La SuperLega si infiamma e il massimo campionato italiano di volley maschile ritrova l’equilibrio in due serie che sembrano già segnate.

 

Il colpaccio di Molfetta è servito, i Campioni d’Italia ora dovranno sudare per accedere alle semifinali. Dopo il netto 3-0 dell’andata, i pugliesi si riscattano prontamente di fronte al proprio pubblico e infliggono a Trento una sonora lezione con cui impattano sull’1-1 la serie che tornerà sicuramente al MariaPoli per gara4.

I dolomitici partivano favoriti alla vigilia ma, come nel match d’andata della regular season, hanno dovuto fare i conti con lo scatenato Hernandez autore addirittura di 33 punti (3 muri, 6 aces!). L’opposto cubano, affiancato in fase offensiva dal più che positivo Fedrizzi (16 punti, 6 aces) ha spostato tutti gli equilibri dell’incontro e ha dimostrato il buon valore di Molfetta che ora crede davvero di poter fare lo sgambetto agli uomini di Stoytchev.

Trento ha quantomeno riabbracciato capitan Lanza per qualche scambio ma senza lo schiacciatore titolare e soprattutto senza Djuric, non era facile tenere il passo della scatenata Molfetta. Non sono bastate le 16 marcature di Nelli e i 13 punti di Kaziyski, autentico mattatore in gara1. Ora Trento si rituffa in Champions League, prima della gara3 in programma settimana prossima al PalaTrento.

 

Ancora più incredibile quello che succede a Padova dove i padroni di casa, ritornati ai playoff dopo 11 anni d’assenza, rullano Modena e impattano la serie. Doveva essere tutto facile per i canarini dopo la bella affermazione in gara1 e invece scivolano sonoramente al cospetto delle prestazioni da urlo di Giannotti (23 punti) e Cook (20 punti, 4 aces, 3 muri).

Gli uomini di Lorenzetti escono frastornati e increduli dopo che gli avversari hanno riaperto una serie che sembrava già indirizzata visti i valori in campo. Non è bastato il solito Ngapeth da 23 punti, ha debuttato il neo acquisto Sens per qualche scampolo di partita al posto di Nikic, Vettori si è infortunato nel riscaldamento, poi ha iniziato da titolare ma è stato subito sostituito. 

 

Passeggiata di salute per Macerata che, dopo i brividi avuti in gara1, espugna agevolmente il campo di Latina con una prestazione tonica e convincente che vale la 13esima vittoria consecutiva in campionato e un’ipoteca sulla qualificazione alla semifinale.

I vincitori della regular season non si fanno impensierire dai laziali ed escono bene dal palazzetto dove dodici mesi fa vennero clamorosamente eliminati dai playoff. Per gli uomini di Blengini una pratica sbrigata rapidamente grazie alla prestazione eccezionale avuta in banda: 16 punti per il solito Juantorena, 14 marcature per Cebulj che ha alzato il proprio livello di gioco in maniera importante. L’opposto Miljkovic si è fermato a quota 11, al centro hanno giocato Cester e Stankovic con Grebennikov da libero.

Polveri troppo bagnate per Latina in fase offensiva con la giornata davvero negativa di Sket (5), grande fatica anche per Maruotti (7), solo Hirsch in doppia cifra (10).

 

Perugia è lanciatissima e ora è a una sola vittoria dalle semifinali. I Block Devils, dopo aver espugnato in rimonta il campo di Verona, infliggono un secco 3-0 agli scaligeri che non ammette alcuna replica. Gli uomini di Giani, che nei prossimi sette giorni giocheranno andata e ritorno delle semifinali di Challenge Cup, crollano al cospetto di un grande muro di squadra (9, 3 di Buti) e degli attacchi di Russell (16) e Atanasijevic (14). Proprio come in gara1 sono i due bomber a dominare la sfida ben ispirati da De Cecco surclassando le prove di Kovacevic (13) e Starovic (15) per una Verona che ha commesso qualche errore di troppo e che ha sì ritrovato Sander ma non nel miglior stato di forma.

 

Di seguito i risultati dettagliati della gara2 dei quarti di finale e il tabellone dei playoff:

Exprivia Molfetta vs Diatec Trentino          3-1 (25-21; 26-24; 18-25; 25-14)

Ninfa Latina vs Cucine Lube Banca Marche Civitanova           0-3 (21-25; 17-25; -)

Sir Safety Conad Perugia vs Calzedonia Verona           3-0 (25-17; 25-23; 25-20)

Tonazzo Padova vs DHL Modena         3-1 (19-25; 25-22; 25-21; 26-24)

 

TABELLONE PLAYOFF SCUDETTO – QUARTI DI FINALE (al meglio delle 5 partite):

[1] Civitanova vs [8] Latina        2-0

[4] Verona vs [5] Perugia          0-2

[2] Modena vs [7] Padova        1-1

[3] Trento vs [6] Molfetta         1-1

 

Lascia un commento

Top