Volley, Olimpiadi 2016 – Sorteggio a serpentina: per l’Italia due gironi di ferro? Le ipotesi…

Italyteamwinningcelebration-3.jpg

Mancano cinque mesi alle Olimpiadi, si devono ancora disputare i due tornei internazionali di qualificazione ma ormai la testa è già catapultata a Rio. Al momento conosciamo solo 7 delle 12 Nazioni (per sesso) che saranno ai nastri di partenza al Maracanazinho.

Ufficializzata la formula per il sorteggio dei due gironi eliminatori, ciascuno composto da sei squadre con le prime quattro che si qualificano ai quarti di finale. Si seguirà il consueto meccanismo della serpentina, basandosi sul ranking mondiale.

Il Brasile, in qualità di Paese organizzatore, è sempre testa di serie della Pool A. La squadra qualificata con il miglior ranking sarà testa di Serie della Pool B. La seconda meglio piazzata verrà inserita nella Pool B, la terza finirà nella Pool A come la quarta e via dicendo.

 

Al momento abbiamo dunque chiara la situazione del torneo femminile per quanto riguarda le prime “posizioni”: nella Pool A finiscono Brasile e Russia (quarta nel ranking), nella Pool B gli USA e la Cina (prima e seconda nel ranking). Il resto è naturalmente tutto da costruire perché non si conoscono ancora tutte le formazioni qualificate.

Il ranking al momento è però il seguente (tenendo in considerazione solo le squadre che possano ancora qualificarsi a Rio o che sono già qualificate): Giappone (in corsa per la qualificazione), Serbia (già qualificata), Rep. Dominicana (in corsa per la qualificazione), Italia (in corsa per la qualificazione), Corea del Sud (in corsa per la qualificazione), Argentina (già qualificata), Thailandia (in corsa per la qualificazione), Paesi Bassi (in corsa per la qualificazione), Camerun (già qualificata), Perù (in corsa per la qualificazione), Kazakhstan (in corsa per la qualificazione), Colombia (in corsa per la qualificazione).

Attenzione: Kenya ed Egitto hanno rinunciato al torneo di qualificazione, vedremo se e da chi saranno rimpiazzate perché questo potrebbe cambiare gli equilibri (se dovessero rientrare in corsa squadre europee, non se venissero ripescate Algeria e Botswana).

Risulta quindi difficile provare a ipotizzare il resto della composizione dei due gironi e soprattutto dove finirà l’Italia e quali saranno le sue avversarie. Immaginando la qualificazione del Giappone, l’Italia sarà nella Pool A se anche la Rep. Dominicana volerà a Rio altrimenti sarà nella Pool B se le caraibiche non dovessero farcela. La Nazionale di coach Bonitta è infatti solo ottava nel ranking internazionale e il “sorteggio” non poteva essere molto benevolo.

 

Al maschile, invece, la situazione è meno definita perché la Polonia, seconda nel ranking, non è ancora qualificata a Rio. I Campioni del Mondo dovrebbero sbrigare la pratica a Tokyo e allora a quel punto il tutto assumerebbe dei contorni meglio definiti.

Pool A: Brasile, Italia, USA

Pool B: Polonia, Russia, Argentina

Il resto verrebbe definito dai tornei internazionali di qualificazione. Il ranking è il seguente (tenendo in considerazione solo le squadre ancora in corsa e quelle già qualificate): Iran (in corsa per la qualificazione), Canada (in corsa per la qualificazione), Francia (in corsa per la qualificazione), Australia (in corsa per la qualificazione), Giappone (in corsa per la qualificazione), Cuba (già qualificata), Tunisia (in corsa per la qualificazione), Egitto (già qualificata), Cina (in corsa per la qualificazione), Venezuela (in corsa per la qualificazione), Messico (in corsa per la qualificazione), Camerun (in corsa per la qualificazione), Algeria (in corsa per la qualificazione), Cile (in corsa per la qualificazione). Se almeno una tra Iran e Canada si qualifica allora l’Italia si troverà subito la Francia nel girone eliminatorio.

Diverso sarebbe il discorso se la Polonia dovesse rimanere clamorosamente esclusa. In quel caso: Pool A con Brasile, USA, Argentina; Pool B con Russia e Italia.

Tag

Lascia un commento

Top