Volley, Italiani all’Estero – Zaytsev bomber, torna Del Core, battaglia Nano-Fefé, Centoni 23, Coppe Spagna e Germania

Zaytsev-Italia-Europei-2015.jpg

Nuovo weekend di volley giocato in giro per il mondo. Vediamo come si sono comportati gli italiani impegnati all’estero nell’ultimo fine settimana.

 

RUSSIA (maschile) –Torna al successo la Dinamo Mosca di Ivan Zaytsev. Lo Zar segna 14 punti e la squadra della capitale espugna il campo del Krasnoyark per 3-0, ma la capolista Zenit Kazan è ormai lontana dieci lunghezze, davvero a un passo dalla conquista dello scudetto quando mancano otto giornate al termine del campionato (non si disputeranno i playoff). La Dinamo Mosca deve difendere il secondo posto dall’assalto del Belogorie Belgorod e del Gazprom Surgut, distanti solo due punti.

 

POLONIA (maschile) – Impresa del Gdansk di coach Anastasi che sconfigge la capolista ZAKSA Kedzierzyn-Kozle di De Giorgi. Il Nano vince così il derby italiano con Fefé, la sua squadra è stata l’unica capace di sconfiggere il ZAKSA in questa stagione e dà uno scossone importantissimo alla classifica del campionato.

Il Kozle si conferma al comando, con 12 punti di vantaggio sulla seconda in classifica che è ora proprio il Gdansk. Il team di Anastasi, con una partita ancora da recuperare, si trova a pari punti del Belchatow e con un punto in più del Resovia. Mancano sei giornate al termine della regular season, le prime due in classifica disputeranno direttamente la Finale Scudetto.

 

CINA (maschile) – Cristian Savani e Giulio Sabbi hanno vinto lo scudetto: serie finale chiusa con un secco 3-0 dopo aver asfaltato il Pechino per 3-0 nella decisiva gara3 (clicca qui per saperne di più).

TURCHIA (maschile) – L’Halkbank Ankara di coach Lorenzo Bernardi vince per 3-1 sul campo del Tokat, lasciando Dragan Travica in tribuna dopo l’ultima partita da titolare e in vista del ritorno degli ottavi di finale della Champions League (giovedì sera a Modena si parte dal 3-0 turco dell’andata). La squadra della capitale mantiene 11 punti di vantaggio sul Fenerbahce e, quando mancano solo quattro giornate al termine della regular season, è ormai certo del primo posto. Lo scudetto verrà assegnato attraverso un doppio round robin tra le prime quattro della classifica, ripartendo da punteggio azzerato.

 

FRANCIA (maschile) – Giornata con pochi sorrisi. L’unico è di coach Medei, fresco di nomina come vice di Blengini alla guida della Nazionale Italiana maschile: il suo Beauvais vince per 3-1 sul campo del Montpellier e ora è a quattro punto dal quart’ultimo posto che significa salvezza.

Lo Chaumont del Professor Prandi perde invece contro la capolista Seté e ora è terzo, distante otto punti dalla vetta. Il Parigi di Massari e Saitta perde invece al tie-break contro il Cannes e ora è al quinto posto.

 

TURCHIA (femminile) L’Eczazibasi di coach Caprara vince il big match contro il Fenerbahce di Abbondanza e Lucia Bosetti (10 punti). Le Campionesse d’Europa, dopo l’eliminazione dalla Champions League, si riscattano battendo la capolista per 3-2.

Il Fenerbahce è comunque ancora al comando della classifica con due punti di vantaggio sul VakifBank di coach Guidetti (3-0 al Salihli Manisa). Clamorosa sconfitta invece per il Galatasaray che, nonostante i 23 punti di Nadia Centoni, viene sorpreso al tie-break dal Trabzon e viene così agganciato dall’Eczacibasi al terzo posto in classifica, distanti nove punti dal Fenerbahce.

Quando mancano quattro giornate al termine della regular season, le quattro squadre di Istanbul sono certe di essersi qualificate al doppio round robin finale che assegnerà lo scudetto. I punti ottenuti in regular season verranno cancellati.

 

RUSSIA (femminile) – Antonella Del Core torna titolare dopo gli ultimi problemi fisici, gioca due set e segna 8 punti utili per la vittoria della sua Dinamo Kazan contro l’Odintsovo (3-1). Le Campionesse in carica sono in seconda posizione, a cinque punti di distacco dalla capolista Dinamo Mosca.

POLONIA (femminile) – Clamoroso esonero di Cuccarini, sollevato dall’incarico di allenatore del Chemik Police che senza il coach azzurro sconfigge l’Ostrowiec per 3-0 e vince matematicamente la regular season visto che ha sette punti di vantaggio sull’immediata inseguitrice quando mancano due giornate al termine. Clamoroso tonfo infatti del PGE Atom Trefl Sopot di Molducci (3-0 contro Bielsko-Biala). Carolina Costagrande segna 3 punti per il successo dell’Impel Wroclaw (3-0 al Legionowo) utile per confermare il terzo posto.

 

FRANCIA (femminile) – Impresa del St-Raphael di coach Bregoli, Menghi (13 punti) e Gomiero (0): rimonta da 1-2 ed espugna il campo della capolista Beziers di Stefania Okaka (20 punti), risalendo così fino al settimo posto.

Il Cannes di Letizia Camera (gioca secondo e terzo set) demolisce per 3-0 il Venelles di Caracuta (1 punto) e si porta a un solo punto dalla capolista Beziers, con una partita ancora da recuperare.

 

Festa grande per l’Almeria di coach Molducci che alza al cielo la Coppa del Re, la decima della storia del club. L’Unicaja ha sconfitto in Finale il CAI Teruel per 3-1 nell’eterna sfida degli ultimi anni in Spagna.

Il Berlin Recycling Volleys di coach Serniotti e De Marchi ha vinto la Coppa di Germania. Già capolista in campionato, la formazione della capitale ha sconfitto il sorprendente Buehl per 3-0 nella Finale di Mannheim. Quarto successo della storia per il Berlin che torna a conquistare la Coppa Nazionale dopo sedici anni di digiuno.

In Iran il Paykan Tehran ha perso la gara2 della semifinale scudetto. La squadra di Valerio Vermiglio è stata sconfitta per 3-1 sul campo dello Shahrdari Urmia e ora la serie è sull’1-1: decisiva gara3 per determinare chi sfiderà il Sarmayeh Bank Tehran che si è sbarazzato del Khorasan (2-0 nella serie).

 

Lascia un commento

Top