Tuffi, World Series 2016: a Pechino Cagnotto-Verzotto ancora di bronzo nel sincro misto!

Cagnotto-Verzotto-sincro-misto-tuffi-foto-profilo-tw-Tcagnotto.jpg

Seconda medaglia di bronzo per l’Italia dei tuffi alle World Series di Pechino. Dopo il terzo posto di Tania Cagnotto e Francesca Dallapè conquistato ieri nel sincro 3 metri tradizionale, la stessa bolzanina sale sul podio nel misto con Maicol Verzotto – i due sono anche bronzo mondiale in carica – chiudendo a quota 289.20 punti una finale thriller con la Russia distante soltanto tre centesimi, uno dei margini più ristretti di tutta la storia.

Vincono, con en-plein d’oro nel mirino nella tappa di casa, i cinesi Han Wang-Hao Yang (327.60), secondi i canadesi François Imbeau Dulac-Jennifer Abel che, sfruttando la grande potenza al femminile, si confermano argento dopo Kazan con un ottimo doppio e mezzo avanti con due avvitamenti (coefficiente 3.4). E’ lo stesso podio degli ultimi Mondiali, esordio del sincro misto. Gli azzurri, secondi per tre quinti di gara, sporcano leggermente il doppio e mezzo ritornato carpiato scivolando in quinta posizione. La rimonta, però, è siglata dal rovesciato, cavallo da battaglia di entrambi gli altoatesini: i centesimi sorridono a Cagnotto-Verzotto e c’è un’altra medaglia.

 

 

 

Nelle restanti gare di giornata, le finali individuali dei 3 metri femminili e maschili, arrivano due doppiette cinesi senza però alcun risultato da urlo. Addirittura sbaglia anche Shi Tingmao, comunque prima con 348.10 punti (ma due 4.5 nel triplo e mezzo avanti carpiato, il tuffo fatale in semifinale per Tania Cagnotto) davanti alla connazionale He Zi (338.10) e alla canadese Pamela Ware (322.15). Il doppio e mezzo rovesciato frena invece l’altra nordamericana Jennifer Abel (quinta con 300.80 sbagliando rovesciato e ritornato) e l’australiana Maddison Keeney, sesta a quota 283.15 proprio a causa di un 305b nullo.

Prova ricca di colpi di scena, ma più per errori che per meriti, quella degli uomini. Cao Yuan è il meno impreciso e si prende la vittoria con 498.05 punti pur sporcando il triplo e mezzo indietro raggruppato da coefficiente 3.6. E’ il quadruplo e mezzo avanti raggruppato (3.8) a definire la classifica nell’ultima rotazione: He Chao (472.40) supera in extremis Ilya Zakharov (che da secondo diventa quinto, 452.80), l’altro russo Evgeny Kuznetsov rimedia a molte sbavature e, con un 109c da 95 punti, si prende il bronzo a quota 466.20.

 

I RISULTATI COMPLETI

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo dei tuffi azzurri

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: profilo Twitter @TCagnotto

Lascia un commento

Top