Tirreno-Adriatico 2016, settima tappa: cronometro decisiva a San Benedetto del Tronto

Van-Avermaet-Ciclismo-Comunicato-Rcs.jpg

La Tirreno-Adriatico 2016 si chiuderà con la settima ed ultima tappa, una cronometro individuale di 10,1 km sul lungomare di San Benedetto del Tronto (Ascoli Piceno). Un percorso completamente piatto, con poche curve e dove si svilupperanno velocità altissime. Da veri specialisti.

Grande interesse per la lotta per la vittoria finale. La cancellazione della tappa regina di Monte San Vicino ha aperto spiragli di successo impensabili alla vigilia per diversi corridori. Il belga Greg Van Avermaet (Bmc) sembra in grado di poter difendere la sua maglia azzurra. Il 30enne fiammingo è un più che discreto interprete delle prove contro il tempo: lo scorso anno, sul medesimo percorso, colse un positivo undicesimo posto. Difficile che possa impensierirlo il ceco Zdenek Stybar (Etixx-Quick Step), mentre su una cronometro breve potrebbe ben figurare lo slovacco Peter Sagan (Tinkoff): i due corridori dovranno recuperare rispettivamente 7 ed 8 secondi a Van Avermaet. Un ottimo esponente della specialità è Bob Jungels (Etixx-Quick Step): il lussemburghese, quarto nella generale, dovrà però recuperare 21 secondi, forse troppi per una distanza così ridotta.

Tra gli uomini di classifica ambiscono a recuperare terreno il francese Thibaut Pinot (FDJ), migliorato esponenzialmente nelle ultime stagioni nelle prove contro le lancette, il ceco Roman Kreuziger (Tinkoff), il polacco Michal Kwiatkowski (Sky) e l’azzurro Vincenzo Nibali (Astana). Lo Squalo dello Stretto metterà sull’asfalto tutta la sua rabbia per aver perso l’occasione di vincere la terza Tirreno-Adriatico della carriera dopo l’annullamento dell’unica frazione vera di montagna. Il siciliano paga 34 secondi dalla vetta, troppi per sperare nella maglia azzurra, tuttavia un posto nella top5 potrebbe essere alla portata del vincitore del Tour de France 2014.

Molto appassionante si prospetta anche la lotta per la vittoria di tappa. Si affronteranno dei veri pezzi da novanta delle cronometro come il bielorusso Vasil Kiryienka (Sky), campione del mondo in carica di questa specialità, lo svizzero Fabian Cancellara, apparso in forma straripante in vista della Sanremo, l’americano Taylor Phinney (Bmc) ed il lituano Ramunas Navardauskas (Cannondale).

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

federico.militello@oasport.it

Foto: comunicato Rcs

 

Lascia un commento

Top