Tirreno-Adriatico 2016: seconda tappa. Da Camaiore a Pomarance, prime scaramucce tra i big?

31ba2977-9ce0-44cb-8673-b1f0e9fe16a41-e1457542088816.jpg

Seconda tappa per la 51ma edizione della Tirreno Adriatico, prima in linea dopo la cronosquadre di ieri a Lido di Camaiore. Partenza sempre da Camaiore, arrivo a Pomarance dopo 207 chilometri. Si va verso Sud e già questa seconda frazione potrebbe regalare intensi duelli tra i big della classifica. Dopo 140 chilometri iniziano le salite, con il Pian di Forno che dovrebbe scremare il gruppo prima di un lungo tratto di mangia e bevi che condurranno gli atleti alla salita finale. Un chilometro durissimo, con pendenze che superano in più tratti il 15%, e che si conclude a 3000 metri dal traguardo. Da lì alla conclusione ancora strada vallonata. Probabilmente non vincerà uno scalatore puro, ma uomini da classiche si muoveranno certamente.

Riuscirà Daniel Oss a mantenere la sua Maglia Azzurra di leader conquistata ieri? Difficile da dire: il passista veloce della BMC è cresciuto molto anche su tracciati più difficili, ma un finale così, con in più gli abbuoni, fa gola a molti. Primo favorito: chi se non Peter Sagan? Il campione del mondo della Tinkoff non si è ancora sbloccato in questa stagione ma, come ci ha fatto notare nel 2015, la sua condizione inizia a crescere proprio nella Corsa dei due Mari. Di corridori adatti a questo arrivo ce ne sono tantissimi: Edvald Boasson Hagen (Dimension Data) è stato dominante in Oman, Zdenek Stybar (Etixx Quick Step) è in crescendo, come notato alla Strade Bianche, impossibile non attendersi qualcosa anche dall’ex campione del mondo Michal Kwiatkowski (Team Sky). In chiave classifica invece proverà a recuperare qualche secondo Alejandro Valverde (Movistar) su Vincenzo Nibali (Astana), Thibaut Pinot (FDJ) e Tejay Van Garderen (BMC).

In casa Italia, oltre al detentore della maglia tricolore Nibali, proveranno a far la tappa Enrico Battaglin (Team Lotto Jumbo), Diego Ulissi (Lampre Merida), Davide Rebellin (CCC) e Sonny Colbrelli (Bardiani CSF).

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.bruno@oasport.it

Foto: Comunicato RCS

Lascia un commento

Top