Tennis, WTA Indian Wells: Roberta Vinci soffre tantissimo ma conquista il terzo turno

12744473_10153842013197534_4524567065016136061_n.jpg

Una vera e propria prova di resistenza fisica e mentale il match che, sul campo numero 6 di Indian Wells, ha visto confrontarsi Roberta Vinci e la giovane talentuosa russa Margarita Gasparyan, n.44 del ranking mondiale. Al termine di un’estenuante lotta è stata la Vinci a trionfare per 6-3 6-7 7-6 dopo 2 ore e 48 minuti di gioco. Un risultato importante per Roberta che pur non esprimendosi al 100% delle sue possibilità è riuscita ad avere la meglio di un’avversaria molto complicata ed adatta al cemento. La tarantina dovrà attendere il risultato della sfida tra Elina Svitolina ed Annika Beck per conoscere il nome della prossima avversaria.

Venendo alla cronaca, nel primo set, dopo una partenza poco brillante e il servizio perso a zero nel terzo game, la Vinci comincia a trovare la misura dei suoi colpi mettendo maggiormente in difficoltà la Gasparyan. Ne consegue il controbreak nel sesto gioco e il sorpasso nell’ottavo con una Roberta molto più efficace nel proprio tennis. Dopo aver sprecato ben 5 palle set, la pugliese chiude alla sesta con lo score di 6-3 in 43′ di gioco.

Nel secondo parziale, l’andamento della partita è decisamente equilibrato. Le due giocatrici perdono il proprio turno in battuta, nel quarto e quinto game, concedendo break e controbreak. Confronto che quindi si trascina al tie-break dove la 21enne imprime da subito un ritmo notevole agli scambi, non consentendo all’azzurra di trovare la giusta misura del campo. Avanti 6-2 e con quattro opportunità di vincere il set sembra finita. Il grande carattere di Robertina, però, le consentono di risalire la china recuperando incredibilmente le sorti della frazione e costruendosi una palla match. Sfortunatamente occasione mancata per la nostra portacolori che deve, invece, arrendersi alla Gasparyan, in grado di strappare due importantissimi punti al servizio della Vinci e conquistare il set (9-7),

Nel terzo e decisivo parziale, l’inerzia dell’incontro sembra nelle mani della n.44 WTA: avanti 3-0 con doppio break di vantaggio. Tuttavia, come capitato in precedenza, Roberta risorge come un’araba fenice dalle proprie ceneri, recuperano dal 4-0 al 5-5 ed annullando anche due match point sul 5-4. Una rimonta che ha dell’incredibile che si riflette in un altro tie-break dove è la tennista nostrana ad essere più lucida nei momenti topici, vincendo un incontro difficilissimo.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Immagine: pagina FB Supertennis

Lascia un commento

Top