Tennis, Coppa Davis 2016: l’Italia vuole la semifinale, ma deve recuperare Fognini

fabio-fognini-battuta-Coppa-Davis-Napoli1.jpg

L’Italia ha in testa la semifinale di Coppa Davis. Dopo la netta vittoria con la Svizzera (5-0 completato ieri con gli ultimi singolari) il tabellone apre a scenari molto interessanti per la squadra capitanata da Corrado Barazzutti, che ha grandi possibilità di tornare tra le prime quattro nazioni al mondo dopo l’ultima apparizione di due anni fa.

Nei quarti di finale gli azzurri dovranno affrontare l’Argentina e lo faranno in casa. Si giocherà quasi sicuramente sulla terra rossa nel weekend del 15/17 Luglio ed ovviamente i favori del pronostico sono tutti per l’Italia. L’Argentina riporta la mente alla sfida di primo turno del 2014, quando Fognini fu l’autentico mattatore in quel di Mar del Plata, trascinando la squadra azzurra al successo per 3-1. Nazionale argentina che comunque non deve essere sottovalutata: Leonardo Mayer, Guido Pella e anche Federico Delbonis sono dei buoni singolaristi, ma addirittura i sudamericani potrebbero recuperare per la sfida di luglio anche Juan Monaco e soprattutto Juan Martin Del Potro.

L’Italia è favorita, ma bisogna comunque ammettere che necessario sarà il recupero di Fabio Fognini. Il ligure si è procurato una lesione agli addominali mentre giocava il torneo di Rio de Janeiro e dovrà stare fermo almeno ancora un mese. La presenza di Fognini è fondamentale per l’Italia, perchè il tennista di Arma di Taggia è sempre stato un punto di riferimento ed un trascinatore in questa squadra, un vero e proprio uomo Davis,capace di innalzare da solo anche le prestazioni dei compagni. Giocando inoltre sulla terra rossa Fabio è davvero uno dei migliori al mondo su questa superficie e contro chiunque dei singolaristi argentini sarebbe favorito, dando un virtuale 2-0 di partenza alla nostra squadra.

Come detto, però, l’Italia ha in mente la semifinale e il pensiero è già rivolto all’eventuale super sfida contro Serbia o Gran Bretagna. Si giocherebbe a settembre e quindi è ancora troppo presto per fare eventuali previsioni se ci saranno tutti i big, anche perchè di mezzo ci sono anche le Olimpiadi che toglieranno grandi energie.  Il pronostico vorrebbe un incrocio con la Serbia del numero uno al mondo Novak Djokovic. In questo caso la sfida con Nole e compagni si giocherebbe in Italia,mentre una vittoria della Gran Bretagna farebbe volare gli azzurri a casa di Murray e compagni a giocare probabilmente sul veloce.

L’entusiasmo e la voglia di fare bene nel clan azzurro è davvero alta, come dimostrano le parole di Corrado Barazzutti:La nostra è una squadra che se trova le condizioni giuste può fare molto bene. Sulla terra rossa siamo tra le prime tre, quattro nazioni al mondo. Ai ragazzi ho ricordato che nel 2015 la finale l’hanno giocata Gran Bretagna e Belgio, la prima l’abbiamo già battuta, la seconda non ci è certo superiore. Quindi perché porci limiti.
Nessun limite posto e il desiderio di provare a scrivere una pagina indelebile dello sport italiano.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina sul Tennis

andrea.ziglio@oasport.it

Lascia un commento

Top