Tennis, Coppa Davis 2016: Italia-Svizzera 2-0, Andreas Seppi sconfigge Laaksonen non senza difficoltà

tennis-andreas-seppi-federtennis-tonelli.jpg

Dopo il soffertissimo successo di Paolo Lorenzi su Marco Chiudinelli nella gara d’esordio, l’Italia della Coppa Davis 2016 conquista anche il secondo punto di giornata con Andres Seppi, giustiziere dell’elvetico Henri Laaksonen per 7-5, 7-6, 3-6, 6-3, al termine di una gara molto più insidiosa del previsto.

Già dal primo set si capisce che per l’altoatesino non sarà una partita semplice. Lo svizzero è infatti abile nel tenere testa all’azzurro per tutta la durata del parziale, sfiorando il break nel quinto e nel nono game. E’ solamente sul 5-5 che emerge tutto il talento del numero 40 ATP, che difende ai vantaggi il turno in battuta, per poi chiudere la frazione 7-5.

Per Seppi l’inizio di ripresa è però da incubo. Laaksonen vince infatti a 0 i primi due giochi (break nel primo), sfiorando addirittura il 3-0. L’azzurro però resiste alle conclusioni dell’avversario con colpi molto potenti in battuta che fruttano ben 3 ace. Spettacolare l’ottavo game, nel quale il tennista di Bolzano pareggia sul 4-4 dopo 2 serie di vantaggi. L’atleta del Bel Paese a questo punto spreca due set point sul 6-5, viene pareggiato sul 6-6, ma vince il tie-break per 7-4. 

Di ben altro andamento è la terza frazione. Laaksonen si porta nuovamente avanti 2-0. subisce il break del 2-1, ma è straordinario nell’allungare fino al 5-2. Seppi sembra ormai domato ed incapace di reagire, soccombendo all’ottimo gioco espresso dal suo avversario. L’altoatesino cerca tuttavia di invertire il trend negativo recuperando un game, ma è costretto ad arrendersi sul 6-3.

Andreas questa volta non concede regali in apertura di set, protraendo la parità fino al 3-3. Lo svizzero è ormai preda della stanchezza e ai vantaggi perde anche il turno in battuta del 5-3. Per il portacolori azzurro è dunque un gioco da ragazzi portare a casa il secondo punto per la rappresentativa Tricolore con il punteggio di 6-3.

La chiave del successo dell’altoatesino sta nella battuta, dove realizza ben 11 ace, contro i 5 del suo avversario odierno.

Il confronto Italia-Svizzera riprenderà domani con la sfida di doppio, che può essere già decisiva per l’approdo in semifinale.

Foto: Tonelli per Federtennis

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianni.lombardi@oasport.it

 

Lascia un commento

Top