Strade Bianche 2016: le pagelle. Terzo sigillo per Cancellara, gara da campione per Brambilla

9d235f77-c276-42fb-8024-a3724abae31e1-e1457198437525.jpg

Una gara spettacolare in uno scenario splendido. Conferma le attese la Strade Bianche, prima vera classica stagionale. Trionfa un magnifico Fabian Cancellara, che batte allo sprint il campione uscente Zdenek Stybar. Terzo il nostro Gianluca Brambilla. Andiamo a vedere le pagelle della corsa.

Fabian Cancellara, voto 9: è la sua ultima stagione? Stimolo in più per dare tutto dall’inizio alla fine e vincere il più possibile. Aveva iniziato al Challenge di Maiorca, si ripete però in una corsa dal contesto tutt’altro che semplice. Terzo sigillo in Piazza del Campo per Spartacus, strepitoso soprattutto negli ultimi 500 metri dove, prima è scattato per riprendere Brambilla, poi ha messo a segno lo sprint perfetto battendo Stybar. Lo aspettiamo per Fiandre e Roubaix.

Zdenek Stybar, voto 7,5: ci ha provato fino all’ultimo metro a difendere il titolo del 2015, ma oggi Cancellara ne aveva di più. Tattica perfetta della sua Etixx Quick Step, gara di coppia con Brambilla, prima della stoccata finale che purtroppo è mancata. Comunque ottimo secondo posto che non sminuisce la sua prova.

Gianluca Brambilla, voto 9: il più forte oggi. Entra in azione a più di 60 chilometri dall’arrivo, nella fuga che comprendeva anche Puccio, Grivko, Monfort e Bookwalter. A 25 chilometri dal traguardo si mette in solitaria, comunque facendo da punto d’appoggio per Stybar che rientra in pochi metri. Da quel momento si scatena: scatti a ripetizione che mettono in difficoltà Cancellara e Sagan e fanno risparmiare gambe al proprio capitano. Ci è andato vicinissimo… A 200 metri dal traguardo si vede superare da Cancellara e Stybar a tripla velocità e si accontenta del terzo posto, chiudendo con il pollice alzato.

Peter Sagan, voto 7: non convince del tutto. Un quarto posto, dopo essere stato il primo a scattare nel penultimo settore di sterrato. Ci si aspettava assolutamente di più dal campione del mondo. Le energie sono venute a mancare nel momento decisivo: la salita che portava a Piazza del Campo.

Peter Vakoc, voto 7: brilla la Repubblica Ceca, che piazza due corridori nei primi cinque, ma soprattutto la Etixx Quick Step che si conferma la squadra più forte del momento, con tre corridori nella top-5. Ottima la prova del campione ceco, stopper nel gruppetto che inseguiva.

Greg Van Avermaet, voto 5,5: ne aveva, ma forse non troppe. Non riesce ad aggrapparsi alla fuga dei 4, prova in tutti i modi a rientrare, ma deve accontentarsi della sesta piazza.

Diego Ulissi, voto 6,5: esce fuori alla distanza, a dieci chilometri dall’arrivo è attivissimo. Buon settimo posto per il capitano della Lampre Merida.

Alejandro Valverde, voto 5,5: non è ancora il vero Valverde. L’anno scorso aveva fatto faville (giungendo al quarto posto), in questo 2016 è solo decimo.

Michal Kwiatkowski e Vincenzo Nibali, voto 5,5: due tra i corridori più attesi, si fanno notare davanti quando manca ancora molto al traguardo, poi scompaiono (rispettivamente 20mo e 15mo). Comunque per l’ex campione del mondo e per il campione italiano la stagione è ancora lunghissima e gli obiettivi sono molteplici.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.bruno@oasport.it

Foto: Comunicato RCS

Lascia un commento

Top