Sci Alpino, Coppa del Mondo:il solito Pinturault comanda a Kranjska Gora. Eisath e De Aliprandini tra i quindici

sci-alpino-de-aliprandini-fb-de-aliprandini.jpg

Anche Kranjska Gora sembra essere terra di conquista per Alexis Pinturault. Nella prima manche del gigante odierno, con partenza abbassata per la nevicata della notte, il 24enne francese ha stabilito il miglior tempo, mettendo un primo tassello sul quarto successo consecutivo in questa specialità.

Pinturault è apparso molto più veloce di tutti i suoi avversari. Il transalpino non è stato pulitissimo e probabilmente non ha tenuto la miglior linea, ma la velocità che ha saputo creare ha fatto la differenza, portandolo meritatamente al comando.

Appena dietro al francese c’è un ritrovato Philipp Schoerghofer, staccato di 34 centesimi. L’austriaco è stato bravo a domare una pista che dopo il passaggio dei primi nove atleti si era già cominciata a segnare. Sul podio attualmente ci sale anche il tedesco Felix Neureuther, che paga 51 centesimi di ritardo dal leader della classifica.

Solita grande prestazione di squadra per la Francia, che riesce a piazzare altri due atleti tra i primi cinque: Thomas Fanara è quarto e subito dietro di lui c’è Victor Muffat-Jeandet, staccati rispettivamente di 69 e 76 centesimi.

Sesto ad ottanta centesimi il norvegese Henrik Kristoffersen, mentre al settimo posto ex aequo per Mathieu Favre e Marcel Hirscher (+0.82). Non è stata una prima manche positiva per l’austriaco, che non ha sfruttato il pettorale numero uno, dando la sensazione di “spegnersi” dal primo intermedio al traguardo. Hirscher che deve assolutamente rimontare nella seconda manche, per evitare che Pinturault con un’altra vittoria riapra ancora di più i giochi per la conquista della coppa di specialità, che attualmente vede l’austriaco al primo posto con 131 punti di vantaggio su Pinturault.

La pista con il passaggio degli atleti è andata a deteriorarsi e il solo Schoerghofer è riuscito a fare un buon tempo con un pettorale sopra l’otto. Chiudono i primi dieci della classifica il norvegese Leif Kristian Haugen (+0.88) e lo svizzero Gino Caviezel, comunque bravissimo con il 18 (+1.01).

Manche difficile per gli azzurri, che comunque si sono difesi nonostante pettorali di partenza alti. Il migliore è stato Florian Eisath, dodicesimo ad 1.31 dalla testa della classifica.  Appena dietro di lui un ottimo Luca De Aliprandini (+1.42), bravissimo ad inserirsi con il 24 tra i primi quindici della classifica.
Oltre il secondo e mezzo il ritardo di Manfred Moelgg (+1.59) e Riccardo Tonetti (+1.66), mentre manche davvero deludente per Roberto Nani, che con la sua sciata troppo aggressiva non è mai riuscito a trovare il ritmo giusto sulla pista, chiudendo ad oltre due secondi (+2.20), chiudendo addirittura fuori dai primi trenta.

Grandissimo rammarico per Massimiliano Blardone, che stava disputando una manche incredibile prima di una sfortunata uscita dal tracciato. Il 36enne di Domodossola era staccato solo di 66 centesimi al secondo intermedio da Pinturault e aveva tutte le possibilità di entrare tra i primi dieci.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

 Foto pagina FB Luca De Aliprandini

andrea.ziglio@oasport.it

Lascia un commento

Top