Sci Alpino, Coppa del Mondo: velocisti di scena a Kvitfjell. Fill si gioca la coppa di discesa

sci-alpino-peter-fill-santa-caterina-trovati-pentaphoto-fb-fisi.jpg

Ultimo weekend di Coppa del Mondo prima delle finali di stagione di St.Moritz. In Norvegia a Kvitfjell saranno protagonisti i velocisti con una discesa libera il sabato e un super G la domenica.

Grande attesa in casa Italia per ciò che farà Peter Fill. Il 33enne di Bressanone è attualmente il maggior indiziato a conquistare la coppa di discesa libera, ma non sarà per niente un compito facile, visto che gli avversari sono numerosi. Fill deve prima di tutto recuperare 26 punti ad Aksel Lund Svindal, che attualmente mantiene ancora il primo posto in classifica. Peter ha 410 punti e dovrà difendersi dall’assalto del francese Adrien Theaux (341), del norvegese Kjetil Jansrud (337) e di Dominik Paris (332).

Proprio Jansrud, che gareggerà in casa, è l’avversario che spaventa maggiormente l’altoatesino. Jansrud ha già vinto quattro volte su questa pista (tre però in supergigante) e parte con i favori del pronostico anche in questa edizione. Theaux è uno molto regolare e capace di salire sul podio in qualsiasi circostanza e soprattutto è il primo inseguitore di Fill; mentre Domik Paris è in grandissima forma ed è reduce dalla vittoria di Chamonix e dal secondo posto a Jeongseon, risultati che gli hanno permesso di credere ancora nella conquista della coppetta di specialità.

Fill ha davvero tutto da perdere in questo weekend e sicuramente avrà grande pressione, anche perchè nella storia mai nessun sciatore italiano è riuscito a conquistare il titolo in discesa libera. Peter non deve fare l’errore di pensare a gestire solamente il vantaggio, ma dovrà cercare di aumentarlo in vista dell’ultima gara della stagione. L’azzurro deve assolutamente stare davanti ai suoi avversari o altrimenti chiudere almeno tra i primi cinque.

Kvitfjell, poi, non ha portato grande fortuna alla squadra azzurra, tranne che a Werner Hell. Si può dire che la pista norvegese è la seconda casa del 33enne di Merano, capace di vincere nel 2008 e di salire sul podio in altre tre circostanze (terzo lo scorso anno). Purtroppo Heel è in grandissima crisi e difficilmente sarà competitivo in questa edizione.

Grande sfida anche in supergigante, dove la lotta per la conquista della coppa di specialità sembra avere trovato un favorito. Si tratta del giovane norvegese Aleksander Kilde, che praticamente si trova nella stessa situazione di Peter Fill, anche se con maggiori possibilità di successo
Kilde deve prima recuperare 25 punti al connazionale Svindal (310 contro 285) e poi difendere un buon vantaggio sui diretti avversari: l’austriaco Vincent Kriechmayr (218), lo svizzero Carlo Janka (207) e Marcel Hirscher (204).

In casa Italia molto dipenderà dal risultato della discesa. Un buon piazzamento il sabato darebbe certamente fiducia a tutti gli azzurri in una disciplina che in questa stagione non ha sorriso particolarmente ai nostri portacolori.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

 Foto Trovati/Pentaphoto da pagina FB FISI

andrea.ziglio@oasport.it

Lascia un commento

Top