Sci Alpino, Coppa del Mondo: non solo Merighetti e Blardone, tutti i ritiri di fine stagione

Daniela-Merighetti-Sci-Valerio-Origo.jpg

Salire sul podio proprio nell’ultimo anno di carriera era il grande obiettivo di Daniela Merighetti e Massimiliano Blardone. Entrambi sono riusciti a centrare questo loro traguardo, chiudendo al meglio la loro vita sportiva. Tutti e due hanno disputato l’ultima gara nelle finali di St.Moritz, dove purtroppo Dada è stata vittima di una brutta caduta che le è costata la rottura del legamento crociato.
Una carriera colma di infortuni per Daniela, che ha trovato un meraviglioso terzo posto nella discesa libera di La Thuile, nel giorno della vittoria di Nadia Fanchini. Due italiane sul podio per un’indimenticabile festa azzurra.

Anche per Blardone è arrivato un terzo posto fantastico nella tappa in Giappone. Una rimonta sensazionale nella seconda manche ed un podio davvero imprevedibile per il veterano della squadra di gigante. La miglior chiusura possibile per uno dei più forti gigantisti della storia dello sci italiano, a cui sono mancate solo le medaglie nei grandi appuntamenti. Uno zero ai Mondiali ed Olimpiadi che resterà una mancanza nella vita sportiva di Max, ma che non devono assolutamente pesare nel giudizio di un grande campione.

Non solo “ritiri azzurri” ma anche sciatori di altre nazioni hanno messo una parola fine alla loro carriera. Tra i più illustri certamente lo slalomista austriaco Reinfried Herbst, medaglia d’argento alle Olimpiadi di Torino nel 2006. Ha detto basta anche uno dei più estroversi sciatori del panorama mondiale, il ceco Ondrej Bank, che dopo la spaventosa caduta ai Mondiali dello scorso anno a Beaver Creek non si è più ripreso, faticando a tornare sui livelli che l’avevano portato a salire sul podio per due volte in Coppa del Mondo.

Ritiro anche in casa francese con il gigantista Cyprien Richard che ha deciso di mettere fine alla sua carriera dopo due medaglie mondiali (oro nel team event ed argento in gigante nella rassegna di Garmisch del 2011) ed una vittoria in Coppa del Mondo (Adelboden nel 2011). Saluta il Circo Bianco anche il velocista americano Marco Sullivan, che in carriera ha collezionato solo una vittoria a Chamonix nel lontano 2008. In campo femminile invece un solo altro ritiro oltre a quello di Dada Merighetti ed è quello della tedesca Barbara Wirth, che nonstante un’età giovane (classe 1989) ha deciso di interrompere la sua carriera per gli scarsi risultati in Coppa del Mondo.

Nelle ultime settimane si sono rincorse le voci anche di un possibile ritiro di una veterana del circuito come Elisabeth Goergl. La campionessa austriaca ha vissuto una stagione certamente non positiva, non riuscendo mai a salire sul podio. Manca comunque un’ufficialità e per ora ci sono solo indiscrezioni su un addio di una sciatrice che in carriera comunque ha conquistato due medaglie olimpiche e tre mondiali.

Chi non ha ancora fatto sapere nulla del suo futuro è Tina Maze. Un anno sabbatico quello che si è presa la sciatrice slovena, ma non c’è la certezza di rivederla al cancelletto di partenza alla prima gara della prossima stagione. Ogni settimana si spargono notizie sempre differenti su Tina e non resta che aspettare che la parola fine su questa vicenda arrivi proprio da lei stessa.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

 Foto di Valerio Origo

andrea.ziglio@oasport.it

Lascia un commento

Top