Sci Alpino, Coppa del Mondo: Brem domina la prima manche a Jasna, Brignone terza

Federica-Brignone-Sci-alpino-Pier-Colombo.jpg

Eva Maria Brem non fa calcoli e domina la prima manche del gigante di Jasna. L’austriaca, leader della classifica di specialità, ha interpretato al meglio un tracciato con tante curve e dove bisognava creare velocità ad ogni passaggio. La nativa di Schwaz è stata perfetta soprattutto nella parte centrale tra il secondo e il terzo intermedio, dove ha guadagnato notevolmente su tutte le avversarie.

L’unica a tenersi sotto il secondo di ritardo è stata Lara Gut. La svizzera, che deve guadagnare punti per vincere la sua prima Coppa del Mondo generale, ha chiuso a 74 centesimi, disputando, senza fare paragoni con Brem, un’ottima manche.
Subito dietro Lara, c‘è la nostra Federica Brignone, terza a 1.11 dalla vetta della classifica. Partita con il numero uno la milanese ha dato la sensazione di una prova fluida e pulita, ma senza quel solito spirito d’attacco che contraddistingue la sciata di Federica.

Quarto posto per una Nina Loeseth (+1.55) semplicemente scatenata nella parte alta (aveva 39 centesimi di vantaggio sulla Brem), prima di commettere commettere qualche errore di troppo dopo il primo intermedio. Alle sue spalle un’ottima Frida Hansdotter (+1.65), che, dopo aver vinto la coppetta di slalom, è apparsa molto più libera e sciolta nella sua sciata.

Appena fuori dalle cinque la slovena Ana Drev, staccata di 1.67 dalla Brem, ma è un ritardo dovuto solamente ad un grave errore appena dopo il primo intermedio. Senza quello la slovena sarebbe stata molto più vicina alla Brem e sicuramente sarà protagonista nella seconda manche.
Tra le prime dieci ci sono anche altre due azzurre: Marta Bassino è settima ad 1.80 e con la possibilità di poter lottare per un piazzamento importante nella seconda prova, mentre Manuela Moelgg chiude al decimo posto a poco meno di due secondi (+1.90) dalla Brem.
In mezzo alle due italiane ci sono la svizzera Wendy Holdener (+1.85) e la giovane stella austriaca Stephanie Brunner (+1.89).

Buona prova anche di Irene Curtoni, dodicesima a 2.07 dalla vetta della classifica e con la possibilità di attaccare nella seconda manche le prime dieci posizioni. Non sono riuscite ad essere efficaci, invece, Francesca Marsaglia, Sofia Goggia ed Elena Curtoni, lontane addirittura oltre i quattro secondi dalla Brem.
Non ha terminato la sua prova Nadia Fanchini, che non stava disputando comunque una manche brillantissima.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

 Foto di Pier Colombo

andrea.ziglio@oasport.it

Lascia un commento

Top