Sci Alpino, Coppa del Mondo: a Kranjska Gora protagoniste le discipline tecniche

Moelgg-2015-Campiglio-05-Foto-Cattagni.jpg

La Coppa del Mondo maschile di sci alpino fa tappa in Slovenia e Kranjska Gora, per un classifico appuntamento della stagione per le discipline tecniche. Sarà un fine settimana di grande interesse sulla pista Podkoren con ben due giganti (venerdì e sabato) ed uno slalom (domenica).

Grande spazio ancora una volta ai gigantisti, anche perchè la cittadina slovena recupererà la gara cancellata a Garmisch. Tutti contro Alexis Pinturault, attualmente il dominatore assoluto della specialità con tre successi consecutivi e vincitore a Kranjska Gora lo scorso anno. Il francese è lo sciatore più in forma del momento e ha l’ultima occasione in questo weekend per provare a riaprire il discorso in chiave coppetta di gigante.

Pinturault deve compiere una vera e propria impresa, visto che deve recuperare 131 punti a Marcel Hrscher  in tre gare e quindi ha bisogno dell’aiuto anche dell’austriaco, che in questa specialità non sbaglia praticamente mai, salendo costantemente su uno dei tre gradini del podio. Kranjska Gora, però, resta ancora una delle poche piste della Coppa del Mondo dove Hirscher non ha ancora vinto in carriera.

Francia nazione regina del gigante, visto che tra i sicuri protagonisti ci saranno anche Victor Muffat-Jeandet, Thomas Fanara e Mathieu Favre, tutti e tre già saliti sul podio in questa stagione. Oltre ai fortissimi gigantisti francesi, ovviamente fari puntati anche su Henrik Kristoffersen e su Felix Neureuther, due che hanno saputo già vincere (anche se in slalom).

Capito Italia: nell’ultima tappa ad Hinterstoder la prova di squadra complessiva è stata positiva con cinque piazzamenti tra i primi dieci con altrettanti atleti (Luca De Aliprandini, Roberto Nani, Manfred Moelgg, Florian Eisath e Riccardo Tonetti). Agli azzurri manca l’acuto, se si esclude il podio in Giappone di Massimiliano Blardone) e ci proveranno a Kranjska Gora, dove però un piazzamento dei primi tre in gigante manca dal 2009 (terzo posto sempre con Blardone).

Domenica tocca allo slalom e tra i pali stretti si ripresenterà ancora il solito duello tra Henrik Kristoffersen e Marcel Hirscher. Il norvegese ha un vantaggio di 131 punti sull’austriaco e quindi può amministrare nelle ultime due gare rimaste.
La sensazione è che questi due campioni in slalom siano davvero inarrivabili per gli avversari e che se entrambi non commettono errori, ci sia corsa solo per il terzo posto.

Un piazzamento sul podio che vuole conquistare il nostro Stefano Gross, reduce da un brillante terzo posto nel parallelo di Stoccolma. Il 29enne altoatesino è la miglior carta che l’Italia si gioca in quel di Kranjska Gora, anche se proveranno a ritagliarsi un ruolo importante anche i due veterani Patrick Thaler e Manfred Moelgg e pure Riccardo Tonetti, che cerca conferme tra gigante e slalom in questo weekend sloveno.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

 Foto CATTAGNI

andrea.ziglio@oasport.it

Lascia un commento

Top