Sci Alpino: CAPOLAVORO PARIS! Vince a Kvitfjell e si porta a 4 punti da Fill

sci-alpino-dominik-paris-marco-trovati-pentaphoto-fb-fisi.jpg

Un match ai puntinel vero e proprio senso del termine. Dominik Paris ha vinto la discesa libera di Kvitfjell e si è portato a soli 4 punti da Peter Fill nella classifica di specialità quando manca una sola gara all’assegnazione della Coppetta.

Una sfida in cui i due azzurri partiranno da favoriti nelle finali di St. Moritz, pur considerando gli avversari che incombono ancora pericolosi. Aksel Lund Svindal, ormai, non ha possibilità di difendere quanto fatto nella prima, mostruosa parte di stagione: il suo margine di vantaggio su Fill è sceso a zero punti e può vincere solo se i big non conquisteranno punti nell’ultima gara della stagione (o se la gara dovesse venire cancellata). Paris è il più immediato inseguitore e deve recuperare 4 punti, mentre il norvegese Kjetil Jansrud insegue con 54 lunghezze di ritardo. Più lontano il francese Adrien Theaux, a 66 punti.

Grandissima prova di Dominik Paris sull’impegnativa pista norvegese, caratterizzata da passaggi tecnici ma conquistata (anche) nell’ultima parte di scorrimento in cui si è preso di forza la prima posizione facendo segnare la velocità più alta. Con tre podi all’attivo nelle ultime 4 gare, l’altoatesino si presentava a questa gara con l’inerzia dalla sua parte e complici anche delle prove non così brillanti degli avversari diretti ha fatto un passo avanti importante nella classifica di specialità.

 

 

 

 

Seconda posizione per il francese Valentin Giraud Moine, al primo podio della carriera in Coppa del mondo. Il transalpino, addirittura, era davanti a Paris all’ultimo rilevamento cronometrico ma non ha potuto nulla contro l’ultima sezione dell’azzurro e si è dovuto accontentare della seconda piazza a 2 decimi. Sul terzo gradino del podio lo statunitense Steven Nyman, che ha disegnato traiettorie perfette nella fase centrale in cui è stato il migliore del lotto. Sul traguardo ha pagato 24 centesimi di ritardo. Alle sue spalle il canadese Manuel Osborne-Paradis e Kjetil Jansrud, quinto. Beat Feuz ha preceduto Kilde in sesta posizione mentre Ganong ha chiuso ottavo.

Nona e decima piazza per due atleti in lotta per la classifica di specialità: Adrien Theux e l’italiano Peter Fill. Sin dalle prime porte Fill non è riuscito a trovare il ritmo giusto e ha pagato un consistente ritardo (oltre 9 decimi) sul traguardo in una prova per lui negativa che però l’ha portato a pari punti con Svindal nella speranza si possa disputare l’ultima prova stagionale.

Fuori dalle migliori 20 posizioni Mattia Casse, Christof Innerhofer e Werner Heel.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Twitter: Santo_Gianluca

Foto: Trovat/Pentaphoto-FISI

Lascia un commento

Top