Scherma, Coppa del Mondo: Occhiuzzi terzo a Seul! Podio e pass olimpico

650x400.diego_occhiuzzi_seoul_1.jpg

Non solo la qualificazione a Rio 2016. Il sabato Santo di Diego Occhiuzzi, a Seul, in Corea del Sud, è stato davvero super. Lo sciabolatore napoletano ha chiuso al terzo posto il Grand Prix pasquale perdendo solo in semifinale contro il sorprendente iraniano Mojtaba Abedini (12-15), poi battuto nell’assalto conclusivo dallo statunitense Eli Dershwitz (15-9). Occhiuzzi ha centrato così il miglior risultato stagionale proprio nel momento più importante del cammino verso il Brasile. Con lui, sul podio, anche il russo Nikolay Kovalev.

“Per me è un momento bellissimo – ha dichiarato al sito federale –. E’ un giorno speciale che va festeggiato, perché partecipare alla terza Olimpiade è un qualcosa di unico. Sono al settimo cielo, anche se rimane un pizzico di rammarico per non essere riuscito a salire su un gradino del podio più alto del terzo. Ma è stato cosi faticoso questo periodo di qualificazione olimpica che, essere riusciti a centrare questo obiettivo, mi regala una gioia immensa“.

Nella primissima mattinata italiana, l’argento individuale di Londra 2012 aveva strappato la certezza del pass olimpico raggiungendo gli ottavi di finale della manifestazione mentre Luca Curatoli, concittadino nato 13 anni dopo, perdeva al secondo turno per 14-15 contro il tedesco Matyas Szabo. Ha raggiunto il tabellone dei 16 anche Alberto Pellegrini, sconfitto 13-15 dal russo Kamil Ibragimov, mentre Aldo Montano – l’altro azzurro qualificato a Rio 2016 dopo le vittorie a Boston e Padova – ha perso al primo turno nel derby con Giovanni Repetti (13-15).

Si è arresa agli ottavi, migliore delle italiane nel GP di Seul, Rossella Gregorio. La campana è andata ko 6-15 contro la russa Yana Egorian, poi vincitrice di giornata davanti alla sudcoreana Jiyeon Seo (15-13), alla connazionale Sofya Velikaya e alla greca Vassiliki Vougioukova. Fuori al secondo turno Loreta Gulotta (2-15 contro la padrona di casa Jiyeon Kim) e Irene Vecchi (11-15 contro l’ucraina Olga Kharlan). Tabellone delle 64 fatale, infine, per Chiara Mormile, Lucrezia Sinigaglia, Caterina Navarria e Sofia Ciaraglia.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Federscherma

Lascia un commento

Top