Rugby, Sei Nazioni donne: le azzurre fanno l’impresa in Galles, 16-12!

Nazionale-Rugby-donne.jpg

La gioia dopo il trionfo


Se in campo maschile “celebriamo” l’ennesimo cucchiaio di legno, le ragazze di Andrea Di Giandomenico, colgono la seconda vittoria del torneo, espugnando il campo di Port Talbot, battendo le padroni di casa per la terza volta consecutiva.

Italia che parte fortissimo e al 10’ di gioco è Beatrice Rigoni a realizzare la meta che porta in vantaggio la formazione ospite, non convertita.

La reazione del Galles è veemente, ma un intercetto azzurro manda in meta l’inarrestabile Rigoni al 27’, per il 10-0 tricolore, anch’essa non trasformata da Michela Sillari.

L’apertura del Colorno si riscatta otto minuti dopo con il calcio piazzato che porta le azzurre sul 13-0

Il momento di maggior difficoltà delle azzurre arriva nel finale di frazione, a causa del cartellino giallo comminato a Ilaria Arrighetti; subito ne approfittano le gallesi per andare a segno con Sioned Harries, con il primo tempo che si chiude sul 5-13.

Ad inizio ripresa arriva la seconda meta delle atlete di casa, grazie ad una maul finalizzata da Megan York, con la successiva trasformazione di Robyn Wilkins, che riporta il Galles ad una sola lunghezza.

A parità numerica ristabilita il calcio piazzato di Sillari segna il risultato di 16-12 per l’Italia, che non cambierà più sino al termine, con le azzurre abili a resistere alla pressione gallese.

La selezione tricolore chiude il torneo con 2 vittorie, la precedente a Bologna contro la Scozia, raggiungendo in classifica le avversarie di oggi a quota 4 punti.

 

Galles – Italia 12-16 (5-13)

Marcatori: P.T.: 10’ m. Rigoni (I); 27’ m. Rigoni (I); 34’ c.p. Sillari (I); 40’ m. Harries (G)                                                        S.T.: 6’ m. York tr. Wikins (G); 16’ c.p. Sillari (I)

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.pessoni@oasport.it

Foto: Twitter Italrugby

Lascia un commento

Top