Rugby – Sei Nazioni 2016: l’Inghilterra centra il “Grande Slam” in Francia. L’Irlanda supera la Scozia

Inghilterra-Irlanda-rugby.jpg

Dopo aver festeggiato con una giornata di anticipo la vittoria del “Sei Nazioni 2016” l‘Inghilterra centra un altro obiettivo prestigioso cioè quello del “Grande Slam” in qualità di squadra imbattuta nel torneo (ultima volta 13 anni fa) ed in grado di piegare, nell’ultimo incontro, anche la Francia nella sua tana per 31-21. Un successo molto importante  quello degli uomini di Eddie Jones che aveva chiesto il dominio in Europeo e, statistiche alla mano, è stato pienamente accontentato. Il modo migliore per cancellare la grandissima delusione del  Mondiale casalingo  e la clamorosa uscita al primo turno.

Nel primo tempo parigino sono i bleus a fare più possesso di palla cercando dei varchi nella ben organizzata retroguardia inglese. Il risultato si sblocca grazie a due piazzati di Owen Farrell e Maxime Machenaud ma sono i britannici con l’andare avanti dell’incontro ad essere più concreti: al 12′ l’Inghilterra va in meta grazie Danny Care che sfruttando il buco nella retroguardia transalpina schiaccia a terra, completando l’opera con il calcio trasformato. Nel corso dell’azione si infortuna l’apertura francese Francois Trinh-Duc e 8 minuti più tardi gli inglesi capitalizzano nuovamente un errore della Francia. E’ il pilone Dan Cola che, evitando un placcaggio, porta a 2 le mete dei leoni. Attorno al 30′ i galletti accorciano le distanze grazie al piede chirurgico di Machenaud con lo score di 12-17 per gli ospiti.

Nella ripresa si apre con due calci piazzati di Machenaud ed uno di Farrell ma il momento decisivo si rivela al 56′ quando grazie ad una splendida iniziativa di Ben Youngs e un calcetto a seguire in direzione dell’out sinistro, è Anthony Watson a concretizzare la chance in meta. La Francia tenta una reazione sempre con il solito piazzato che porta i transalpini a -4. Al 72′, però, sempre Farrell però porta nuovamente le distanza a +7. Al 78′ il pilota Xavier Chiocchi manda in ghiaccio la partita per via di un affossamento irregolare che concede un altro tiro dalla piazzola a Farrel che griffa il 31-21 finale.

A Dublino, nell’altro match in programma nel tardo pomeriggio, l’Irlanda bissa il successo ottenuto contro l’Italia sconfiggendo anche la Scozia in un incontro che regala il terzo posto finale agli irlandesi nelle graduatoria generale. Un incontro nel quale nei primi 20′ i padroni di casa hanno fatto valere la loro migliore fisicità usufrendo di 3 calci piazzati realizzati ed uno fallito da Jonathan Sexton. Tuttavia prima Greig Laidlaw e poi Stuart Hogg portano avanti gli scozzesi sul punteggio di 10-9. Scozia che però incorre in troppe infrazioni ed al 26′ John Barclay si becca il cartellino giallo regalando la superiorità numerica ai verdi. Un’occasione immediatamente sfruttata da Sexton e compagni che  trovano la meta con CJ Stander e la trasformazione dalla piazzola (16-10 per l’Irlanda). Al 31′ poi, su un calcio sempre di  Sexton , Tommy Seymour e Hogg si contrastano a vicenda  ed è semplice  per Keith Earls i raccogliere l’ovale  e andare a schiacciare indisturbato. Su un piazzato di Laidlaw che vale il 21-13 termina il primo tempo.

La ripresa si apre con la terza meta degli irlandesi firmata da Connor Murray ed al 56′ arriva la risposta scozzese di Richie Gay riprendo la partita sul 28-20 per l’Irlanda. Al 68′ però un’altra ammonizione è letale per la Scozia che dà il La al successo dei padroni di casa per 35-25 frutto di un’altra meta di Devin Torner e la trasformazione di Sexton che rendono sterile la schiacciata nell’area dei verdi di Alex Dunbar.

FRANCIA – INGHILTERRA 21-31

IRLANDA – SCOZIA 35-25

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Immagine: profilo twitter England

Tag

Lascia un commento

Top