Rugby, Italia: formazione,mentalità e competenza. Gli ingredienti di Conor O’Shea

20205_1033498426678652_1830891700319590677_n-e1444727133723.jpg

Sarà finalmente la svolta? Chi può dirlo.

E’ chiaro che i destini dell’Italrugby con l’avvento di Conor O’Shea subiranno una nuova profonda sterzata da cui tutto il movimento del Bel Paese ovale si augura di trovare benefici.

L’irlandese 46enne, il primo tecnico di quella provenienza geografica nella storia nostrana, però sembra avere le idee chiare:  formazione,mentalità e competenza. Questi dovrebbero essere gli ingredienti dell’uomo di Limerick.

L’attuale head coach degli Harlequins, con cui peraltro ha vinto un titolo di Premiership nel 2011-2012 oltre che ad una Challenge cup nel 2010-2011, appare quindi pronto ad una delle più grandi sfide professionali della sua carriera: far compiere al rugby azzurro un definitivo salto di qualità verso la competitività assoluta nei confronti dell’elite planetaria.

Spalleggiato da Mike Catt, campione del mondo con l’Inghilterra nel 2003 e nuovo tecnico dell’attacco, e Stephen Aboud, responsabile della formazione di atleti di alto livello, il ct dovrà lavorare da subito con le franchigie del Pro12 cercando di stabilire una linea comune votata alla crescita degli standard di gioco e della “creazione” di giocatori pronti per arrivare in nazionale con almeno una solida esperienza nella lega celtica.

Qualcosa di non facile, è indubbio. Ma con un contratto lungo e lasciando lavorare un uomo dalla sapienza indiscussa, a cui andranno messi a disposizione dei mezzi validi, la FIR potrebbe forse aver trovato il “Profeta”.

E poi, la cosa più difficile. L‘inculcare ai giocatori italiani la mentalità vincente: quella che troppo spesso purtroppo ha fatto vedere una selezione capace soltanto di raccogliere “sconfitte onorevoli” ma non per demerito sul campo; bensì per mancanze di coraggio, freddezza e abitudine a determinate situazioni.

Insomma, la strada sarà senz’altro lunga ed impervia. O’ Shea però, già da giugno, sembra intenzionato a mettere le cose in chiaro, con quella matrice di conduzione anglosassone che finalmente potrebbe far destare i destini di un Paese attualmente abbastanza in confusione.

Foto: Twitter Official Harlequins

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Tag

Lascia un commento

Top